MasterChef 2020: le anticipazioni della semifinale

Ci siamo quasi: l’ultimo ostacolo prima dello scontro finale: prova in esterna a Parigi, nella cucina dello chef tristellato Yannick Alléno. Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa, Nicolò, chi rimarrà in gara a giocarsi la vittoria? Appuntamento giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455 è in arrivo. Continua a leggere e scopri le anticipazioni. 

MASTERCHEF 9: SCOPRI LO SPECIALE

 

Per uno tra Antonio, Davide, Maria Teresa, Marisa e Nicolò il sogno sta per diventare realtà. Il sogno, sempre più vicino, è quello di vincere MASTERCHEF ITALIA, conquistando 100.000 euro in gettoni d’oro e la pubblicazione del proprio primo libro di ricette. Giovedì 27 febbraio alle 21.15 su Sky e NOW TV va in scena il penultimo appuntamento del cooking show di Sky prodotto da Endemol Shine Italy che si preannuncia ricca di emozioni, dalla prima all’ultima prova. Per i giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, il difficile compito di scegliere i quattro finalisti di questa edizione.

In apertura dell’undicesimo appuntamento, i 5 aspiranti chef ancora in gara affronteranno una Mystery Box che farà letteralmente battere loro il cuore: ospiti speciali molto vicini ai concorrenti porteranno loro il “piatto del ricordo”, una pietanza alla quale sono particolarmente legati. Reinterpretarlo e proporne una versione degna della cucina di MasterChef sarà la chiave giusta per guadagnare il vantaggio nel successivo Invention Test, che vedrà i cinque cuochi amatoriali migliori d’Italia cimentarsi proprio con Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo: i due indosseranno le divise da Chef per mettersi ai fornelli e proporre due proprie creazioni che saranno poi cruciali fini della gara. 

Gli aspiranti chef vivranno uno dei momenti più emozionanti del loro percorso a MasterChef Italia. Si metteranno alla prova, infatti, con le creazioni di Yannick Alléno, Chef e patron del pluristellato ristorante Pavillon Ledoyen di Parigi. Lavorare per la prima volta in una cucina stellata sarà un’impresa difficilissima per loro, chiamati a confrontarsi con piatti caratterizzati da estetica, tecnica e concept raffinatissimi. E infine, l’ultimo scoglio prima degli appuntamenti decisivi: il Pressure Test, questa settimana particolarmente insidioso, in cui tensione e adrenalina saranno alle stelle.

Anche questa edizione di MasterChef sceglie di essere plastic free ed eco-friendly promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile, rispettando il Pianeta e non sprecando risorse alimentari. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile, per un consumo di plastica ormai ridottissimo come già nell’ottava edizione, pari al - 75% e a 800 kg di plastica utilizzata in meno rispetto alle edizioni precedenti.

Accanto al rispetto per l’ambiente, MasterChef da sempre si impegna anche nella lotta contro gli sprechi e la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell'Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni.