MasterChef Italia 8: l'intervista all'eliminata, Virginia

Inserire immagine
Virginia (con Verando, l'altro eliminato)

Il futuro se lo vede in cucina ma la laurea in Giurisprudenza la vuole nel cassetto. Virginia ha lasciato, insieme a Verando, la cucina di MasterChef . La ho intervistata aspettando il nuovo appuntamento
con MasterChef Italia 2018 , ogni giovedì alle ore 21.15 su Sky Uno (canale 108 e su digitale terrestre al canale 311 o 11)

(@BassoFabrizio)

Tradita da Paul Bocuse. Il grande maestro della cucina francesce ha sfilato a Virgina Fabbri il grembiule di MasterChef, il talent culinario di Sky Uno in onda ogni giovedì alle ore 21.15. La ho intervistata il giorno dopo, quando il sorriso è tornato e con lui la consapevolezza che la cucina resta l'obiettivo prioriratio per questa ventiduenne di Urbino laureanda in Giurisprudenza il cui motto è Less is More.

Virginia ha digerito l'uscita dalla cucina di MasterChef?
Non è stato bello sentirsi dire di lasciare quella cucina però me lo sentivo che era arrivato il momento.
Da cosa lo ha capito?
Intanto sono consapevole che ce ne sono di più bravi di me. E non mi è riuscito bene nulla in puntata.
E' caduta su un piatto di Paul Bocse: lo avesse davanti cosa gli direbbe?
Potrei solo scusarmi. Non era minimante paragonabile al suo. E' stato un macello.
Un ingrediente che non conosceva e ha imprato ad apprezzare a MasterChef?
Le frattaglie di pesce mi mancavano, se le trovo comincerò a usarle. Dalle mie parti la trippa di baccalà non si trova.
Cosa cucina agli amici che invita a cena?
Faccio il menù di pesce, quello mi piace e posso divertirmi. Il mio punto debole è la carne e cerco di evitarla.
Dentro la cucina di MasterChef la rivalita e le alleanze sono potenti come traspare in televisione?
Io non mi sono trovata al centro di particolari rivalità, mi sono rapportata bene quasi con tutti. Certo con qualcuno ero più amica ma nell'insieme eravamo un bel gruppo, non posso dire di avercela con qualcuno in particolare.
Talvolta sembrava terrorizzata.
I giudic al primo impatto mi mettevano grande soggezione. E poi essere davanti all’Italia che mi guarda, mai avuta una esposizione così forte.
So che suo papà non era favorevole a questa esperienza a MasterChef.
Ora il mio babbo è contento, si è commosso anche lui. Anzi ha promesso che se faccio la brava e mi laureo nei giusti tempi  mi regala il corso all’Accademia.
Che giudice inviterebbe a cena?
Nessuno a cena, ho troppa paura del giudizio.
Per chi vorrebbe cucinare?
Per tutti ma un po' di più per Locatelli: oltre a essere un grande chef è una persona di grande umanità.
Giurisprudenza o cucina?
Mi piace cucinare e vorrei che fosse lì il mio futuro ma la laurea la prendo. Non si sa mai.
E così difficile lavorare in squadra?
Io preferivo le esterne alle prove in cucina, ma se si collabora tutti il lavoro in team è bello.
Chi vincerà?
Per me Guido è il numero uno. Vorrei vederlo in finale con Gloria e Salvatore.