Best Bakery 2, puntata 7: cosa è successo

Dopo Como, Firenze e Pavia, i giudici di Best Bakery Alessandro Servida e Andreas Acherer sono arrivati a Salerno dove hanno iniziato la ricerca della miglior pasticceria della zona, assaggiando i dolci delle prime 6 pasticcerie in gara. Le vincitrici di ogni zona si affronteranno nella finalissima nazionale che si terrà al Castello di Belgioioso L’appuntamento con Best Bakery è tutti i martedì con un doppio episodio alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Best Bakery: vai allo Speciale

È iniziata l’analisi delle pasticcerie di Salerno e provincia da parte dei giudici di Best Bakery Alessandro Servida e Andreas Acherer. Nel capoluogo campano i giudici hanno iniziato assaggiando i dolci delle prime 6 pasticcerie in gara, individuando la migliore in Angelo Grippa, dove innovazione e tradizione si incontrano, nel rispetto dei prodotti del territorio. La pasticceria Angelo Grippa detiene il titolo di best bakery di Salerno e provincia, ma non è ancora certo che sarà lei ad accedere alla finalissima nazionale. Infatti è possibile che una delle vincitrici dei prossimi episodi superi il suo punteggio e gli strappi il titolo. Per scoprire come andrà a finire l’appuntamento è per martedì 25 febbraio con un doppio episodio alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

Primo episodio

Nel primo episodio della settima puntata di Best Bakery, ambientata a Salerno e provincia, si sono affrontate tre pasticcerie della città di Salerno, un luogo che sintetizza in sé tradizione, contemporaneità e innovazione, tre diverse anime della città rappresentate al meglio dalle prime tre pasticcerie in gara: Pantaleone, Madegra e Dandy caffè letterario.

I giudici hanno iniziato la loro esplorazione partendo dalla prova sulla prima impressione, ovvero la valutazione dei dolci che trovano e assaggiano in pasticceria, del locale e dell’accoglienza ricevuta. La prima ad entrare in scena è stata Pantaleone, dove i giudici hanno assaggiato il babà e il Dolce della strega, un biscotto alla nocciola, con una mousse al cioccolato e un disco di liquore del posto. È stata poi la volta di Madegra, dove Alessandro Servida e Andreas Acherer hanno scelto di assaggiare la Delizia al limone chiamata I limoni della costiera amalfitana e la torta ricotta e pere. Infine, da Dandy caffè letterario i giudici hanno assaggiato una sfera al cioccolato fondente con un inserto al liquore e un cuore di caramello salato e il Tris al cioccolato.

Dopo la prima prova è stato il momento per i concorrenti di preparare le proprie specialità, che sono state: per Pantaleone è la Scazzetta, che porta il nome del copricapo del cardinale, la papalina chiamata scazzetta. È un dolce a base di fragoline, crema chantilly, bagna di liquore del territorio, con un segreto che non si può svelare. Una ricetta che ha più di 100 anni; per Madegra è la sfogliatella riccia e per Dandy caffè letterario La Dandy, una cheesecake con un inserto di fragole e frutti di bosco e un sottilissimo strato di cioccolato bianco croccante

Dopo questa seconda prova la classifica provvisoria ha visto al primo posto Madegra con 28 punti, al secondo posto Pataleone con 26 punti e al terzo posto Dandy caffè letterario con 25 punti.

È poi arrivato il momento del dolce della sfida, prova in cui i concorrenti hanno dovuto creare dei dolci utilizzando il frutto della passione. Pantaleone ha preparato una torta composta da una base di pasta frolla, con una bavarese alla vaniglia e una gelée di frutto della passione. Madegra ha realizzato una cheesecake al mascarpone e frutto della passione, con una gelatina di frutto della passione e una base di pasta frolla. Infine, Dandy caffè letterario ha scelto di presentare un semifreddo con una mousse allo yogurt greco, un cremoso al passion fruit e un cremoso al cioccolato bianco, ricoperto da una glassa con all’interno il passion fruit, su un biscuit al cocco, chiamata Passione tropicale.

Alla fine della prova, il punteggio assegnato dai giudici per i dolci contenenti il frutto della passione, sommato ai voti precedenti, ha visto posizionarsi al primo posto Dandy caffè letterario con 40 punti, seguito da Pantaleone con 36 punti e da Madegra con 35 punti. Il cappello del vincitore è andato quindi a Dandy caffè letterario.

Secondo episodio

Nel secondo episodio è stata la volta di tre pasticcerie che hanno fatto dell’innovazione il loro marchio di fabbrica: Angelo Grippa, Citrus e Massimiliano Resta.

Come sempre, i giudici hanno iniziato con la prova sulla prima impressione partendo da Angelo Grippa, dove i giudici hanno assaggiato la Grippiña colada, fatta con una mousse al cocco, con all’interno un cremoso al gianduia, un pan di spagna bagnato al rum e ananas candito, coperta con cioccolato fondente al 61% e il panettone. È stata poi la volta di Citrus, dove Alessandro Servida e Andreas Acherer hanno scelto di assaggiare la torta al pistacchio e i pancakes con il gelato Millefoglie. Infine, i giudici si sono recati da Massimiliano Resta, dove hanno assaggiato il bignè al pistacchio e la sfogliatina alla nocciola, chiamata Apollina.

Le pasticcerie hanno ricevuto dei voti per le loro creazioni, ma anche per la bellezza del locale e l’accoglienza riservata ai due giudici.

È stata poi la volta della prova dedicata alle specialità di ogni pasticceria: Angelo Grippa ha presentato la torta Elisa, dal nome della moglie del pasticcere, con l’albicocca tipica del posto, l’albicocca ievolese, che ha la caratteristica di essere dolce; Citrus ha proposto Peccato di gola, che fonde pasticceria e gelateria. È un gelato al cioccolato caramellato con salsa al lampone e peperoncino su una base di biscotto al cacao. Massimiliano Resta. Invece, ha preparato la torta Estate, con pistacchio, lamponi e cioccolato bianco,

A questo punto della sfida la classifica provvisoria era: al primo posto Massimiliano Resta con 31 punti, al secondo posto Angelo Grippa con 25 punti e al terzo posto Citrus con 22 punti.

L’ultima prova è stata quella riguardante il dolce della sfida, che doveva essere una personalissima interpretazione della pastiera. Angelo Grippa ha preparato una torta composta da un biscuit con biscotti sbriciolati, una mousse di ricotta di bufala e una crema cotta con il grano, con al centro le arance candite sbriciolate e stese in un velo sottile. Citrus ha realizzato una torta composta da un gelato alla ricotta di bufala aromatizzata con l’arancia, una gelée di arancia e grano cotto, su una base di pasta frolla. Infine, Massimiliano Resta ha realizzato una torta composta da una crema morbida fatta con grano, ricotta di bufala e crema pasticcera, una gelatina di arance e una meringa fiammeggiata che dava l’effetto di doratura della tipica pastiera. Il nome scelto per questa torta è stato Profumo di pastiera.

Dopo aver assaggiato le torte delle tre pasticcerie in gara i giudici hanno assegnato i loro voti, che sommati a quelli delle prove precedenti hanno determinato la classifica finale: al primo posto si è classificato Angelo Grippa con 41 punti, al secondo posto Massimiliano Resta con 39 punti e al terzo posto Citrus con 31 punti.

Il punteggio della pasticceria vincitrice ha superato quello di Dandy caffè letterario ed è l’attuale best bakery di Salerno e provincia.