4 Ristoranti, passione e ricerca per il Konza di Ragusa

Inserire immagine

Per la terza puntata della stagione estiva del suo show cooking, Alessandro Borghese è arrivato in Sicilia alla ricerca del miglior ristorante con una cucina a chilometro zero. Monica Furnaro prova a conquistarlo con i prodotti del territorio preparati in maniera originale

Legno e pietra bianca antica, moderno ma allo stesso tempo essenziale. Nel cuore di Ragusa, a due passi dalla maestosa Cattedrale di San Giovanni Battista al Ponte Vecchio, da sei anni ha trovato casa Konza, il ristorante della vulcanica Monica Furnaro che, giovedì 15 giugno alle 21,15 su Sky Uno, è tra le protagoniste della terza puntata di 4 Ristoranti - Estate. Questa volta chef Alessandro Borghese ha attraversato la Sicilia in cerca del miglior locale di cucina a chilometro zero e Monica prova a conquistarlo con la sua determinazione assoluta e la voglia di migliorarsi sempre.


La scommessa vinta

Fino a qualche anno fa, infatti, "tutti stavano a Ragusa Ibla, il turismo era lì e qui non c’era nessuno”, commenta. Proprio in quel periodo, la proprietaria del futuro Konza ha deciso di investire nel centro storico di Ragusa Superiore e di aprire un locale nei bassi di un palazzo "speciale", dove ha vissuto la poetessa di origini netine Mariannina Coffa. "Nessuno credeva in me, nemmeno mio marito”, ma oggi, a distanza di 6 anni il suo ristorante è diventato uno dei punti di riferimento della città e Monica può orgogliosamente dire di aver vinto la sua scommessa. Un successo però che non sopisce la sua perenne irrequietezza finalizzata a un continuo miglioramento. Nel locale di Monica nulla è lasciato al caso, anche il nome è frutto di un percorso interessante. Konza, infatti, deriva dal termine dialettale "conzare" che ha molteplici significati tra cui: condire il cibo, acconciare, apparecchiare la tavola. Una parola che, spiega Monica, racchiude in sé la sua l’idea di ristorazione: ossia "preparare i piatti ma allo stesso tempo coccolare il cliente" come ha potuto scoprire lo stesso Alessandro Borghese.


Passione e ricerca

Nella direzione del suo locale Monica ha deciso di seguire due direttrici fondamentali che le  hanno permesso di intraprendere un invidiabile percorso di crescita: la passione e la ricerca. La sua Pizzoleria (Il pizzolo o "pizzòlu" è una sorta di focaccia tipica della cucina siciliana) – Pizzeria – Ristorante regala ai clienti un incrocio di sapori veramente originali, frutto della professionalità e della passione che si evidenzia in ciascun piatto, pizzolo o pizza che esce dal forno. Le ricette, infatti, spiega Monica, sono semplici ma allo stesso tempo sofisticate, "emblema della Sicilia" e preparate con "i prodotti del nostro territorio, perché crediamo nella stagionalità delle materie prime. Se un prodotto non è di stagione sparisce dal menu".


Come a casa propria

Decisa a creare un locale dove la cucina potesse essere una possibilità di incontro e assoluto momento di relax e convivialità, Monica lavora giornalmente per dar vita a un ristorante dove il cliente si possa sentire a casa propria. Ma non è tutto, dentro Kenzo, la sua vulcanica proprietaria ha voluto aprire anche un piccolo shop: "Nella nostra location abbiamo deciso di inserire un angolo negozietto perché molti clienti quando mangiano una cosa buona poi la vogliono comprare, come l’olio e altre specialità tipiche. Non ci sono inganni, quello che mangi qui poi lo puoi portare via".

TAG: