4 Ristoranti - Estate: la novità del Caffè Godot, un giardino sul mare

Inserire immagine

Per la seconda puntata estiva dello show cooking, Alessandro Borghese è arrivato in Versilia alla ricerca del miglior ristorante che si affaccia sul mare. La trentacinquenne Margherita Ramacciotti ha provato a conquistarlo con la sua cucina creativa

Il lento susseguirsi delle onde che fa da sottofondo a una cucina semplice ma che non rinuncia mai a sperimentare. È questo e molto altro il Caffè Godot, il ristorante ospitato all’interno del Bagno Stella a Lido Di Camaiore, in provincia di Lucca. La “padrona di casa” di questo locale nel cuore della Versilia è Margherita Ramacciotti, una trentacinquenne piena di energie tra le protagoniste della seconda puntata di 4 Ristoranti - Estate. Questa volta chef Alessandro Borghese ha attraversato la Versilia in lungo e in largo per incoronare il miglior ristorante che si affaccia sul mare.


Fascino francese


“Quando vieni nel nostro ristorante – spiega Margherita – è come se venissi casa mia, quindi io non posso fare meno di raccontarti quello che sono, quello che siamo”. Fedele a questa filosofia, la “padrona di casa” ha deciso di lasciare un segno delle proprie passioni sin dal nome del locale: “ho scelto di battezzarlo così perché amo leggere e sono appassionata di teatro, così mi è venuta l’idea di rendere omaggio all’opera di Samuel Beckett”. Il nome poi, secondo Margherita, richiama a un fascino francese che prende forma nelle tinte provenzali che dominano il locale e che hanno l’obiettivo di esaltare il vero protagonista della scenografia: il mare. “Abbiamo voluto un arredamento il più delicato possibile, con una veranda interamente a vetri in modo da creare un ambiente semplice ma accogliente”.


All’insegna della sperimentazione


Il punto di forza del Caffè Godot messo ben in evidenza durante 4 Ristoranti è indubbiamente la sua cucina a base di pesce che punta tutto sulla freschezza del prodotto. Il ventaglio di proposte, infatti, cambia di frequente e si lascia influenzare del pescato del giorno o delle verdure di stagione. “I nostri piatti rispecchiano il nostro piacere nel giocare con gli ingredienti che combinati in maniera originale danno vita a nuove ricette, nate anche grazie all’aiuto del cliente”. Ogni giovedì, infatti, nel locale di Margherita viene organizzata una giornata “taste” (assaggio) che consiste nel sottoporre al cliente nuovi piatti “al buio”, che sono frutto della sperimentazione dello chef. In questo modo, “la padrona di casa” sottopone ai suoi ospiti le sue creazioni e instaura un dialogo dal quale nasce uno scambio proficuo che ha un effetto diretto sul menù in una sorta di cucina “partecipativa”. A completare questo progetto empatico ci pensa una ricca cantina di vini che vanta una selezione nazionale ed internazionale di aromi e profumi scelti per trovare la combinazione perfetta con i piatti preparati dalla cucina.

TAG: