House of Cards 6, anticipazioni episodio 3 e 4: venti di guerra per Claire Underwood

Inserire immagine

Nuovo appuntamento con la sesta e ultima stagione di House of Cards. Da una parte gli Shepherd, dall'altra Petrov: attorniata da nemici e da persone di cui fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, Claire non può permettersi di abbassare la guardia. Cathy Durant è sopravvissuta alla caduta, ma il suo ritorno in scena a Washington non sarà privo di problemi. Tom e Janine tornano a investigare sulle malefatte del defunto Francis, Doug è in una posizione delicata, e Mark deve scegliere da che parte stare. Non perdere il terzo e il quarto episodio, in onda su Sky Atlantic venerdì 9 novembre alle 21.15

House of Cards, stagione 6, episodio 3

Chapter 68 (Capitolo 68) è il terzo episodio della sesta stagione di House of Cards - Gli intrighi del potere. continua il braccio di ferro tra gli Shepherd e Claire, con la Presidente Underwood che, di nuovo, è tra l'incudine e il martello. Annette e Bill vogliono, pretendono, che alla Corte Suprema venga eletto un determinato giudice, ma ovviamente la Presidente Underwood non è dello stesso parere. Mark tenta di mediare, ma la sua vicinanza ad Annette, e di rimando a Bill (che sembra disprezzare in modo particolare la Madam President), non lo rende molto credibile e affidabile agli occhi di Claire. Il Vicepresidente deve prendere una decisione: o da una parte, o dall'altra. 

La guerra in Siria è una grossa spina nel fianco del personaggio di Robin Wright: c'è bisogno dell'intervento di qualcuno che sappia trattare come si deve, e quel qualcuno è Jane Davis (Patricia Clarke, quest'anno apprezzata anche nell'ottima miniserie Sharp Objects). Sembra che Jane sia l'unica persona di cui Claire può veramente fidarsi: sarà veramente così?

Tom Hammerschmidt riceve la visita di Duncan, il figlio di Annette: gli Shepherd, infatti, hanno comprato il Washington Herald, e hanno intenzione di usarlo come arma per minacciare e attaccare Claire e averla in pugno.

Doug prende contatto con un giovane e ambizioso parlamentare che vorrebbe averlo nella sua squadra. L'obiettivo? Fare carriera. Molta carriera. Arrivare fino al punto più alto, e nel meno tempo possibile. Mr. Stamper, però, ha anche altri pensieri: per esempio, scoprire com'è morto veramente Frank. Sembra che Nathan Green sia disposto ad aiutarlo, ma siamo sicuri che in realtà non stia lavorando segretamente per Claire?

Torna in scena in questo episodio Cathy Durant, sopravvissuta al tentativo di Frank di toglierla di mezzo facendola cadere da una scalinata. Cathy vorrebbe voltare pagina, ma, così facendo, si troverebbe a lavorare per un'organizzazione finanziata, dunque praticamente posseduta, dagli odiati Shepherd. Claire, ovviamente, non può permettere che questo accada: questa volta Cathy deve uscire di scena una volta per tutte. Sarà Doug ad aiutarla, o sarà Jane? Poco importa: il destino di questa donna che sa molto più di quanto dovrebbe sapere è ormai segnato.

C'è però un altro ritorno che potrebbe seriamente compromettere la posizione di Claire: quello di Tom Yates, o meglio, del suo cadavere...

Inserire immagine

 

House of Cards, stagione 6, episodio 4

Chapter 69 (Capitolo 69) è il quarto episodio della sesta stagione di House of Cards - Gli intrighi del potere. Non si sa bene come, ma pare proprio che Cathy Durant non sarà più un problema per Claire. La Madam President, infatti, è al suo funerale, e insieme a lei c'è mezza Washington, più un ospite decisamente inaspettato: il presidente russo Petrov.

Non si sa bene cosa sia successo a Cathy, parrebbe si sia trattato di una complicazione dovuta alla sua condizione fisica dopo la caduta, ma noi spettatori sappiamo bene che non è questa la verità. Resta solo da capire chi abbia fatto cosa: è stata Jane, o è stato Doug?

Durante la veglia funebre, Petrov, che chiaramente non è lì soltanto per rendere omaggio al Segretario di Stato Durant, ne approfitta per parlare con il Vicepresidente di una questione piuttosto spinosa: la guerra in Siria. La Russia ha grandi interessi in quella regione, dunque, per riuscire a mantenere intatto lo status quo e a non far precipitare la situazione, bisogna trovare un accordo. Mark finalmente sembra stare dalla parte di Claire al 100%, ma sarà veramente così?

Gli Shepherd non ci sono, ma ci sono: alla veglia funebre di Cathy Durant partecipa infatti Seth Grayson, che tenta in tutti i modi di intromettersi nella trattativa. E' evidente che Annette e Bill hanno degli interessi in Siria, o quantomeno che hanno degli interessi che riguardano la Siria. Un altro scontro con Claire è dunque alle porte.

Presenti ovviamente Jane, che ha un profondo disprezzo nei confronti di Petrov, ma che è fondamentale per gestire la questione Siria, e Doug, che non perde occasione per indagare, non solo sulla morte di Frank, ma anche su quella di Cathy.

La bomba Tom Yates potrebbe esplodere da un momento all'altro, ma Claire, degna moglie di suo marito, riesce a gestire la cosa alla perfezione. Quantomeno per ora. Immancabile l'incontro privato tra Petrov e la Madam President, due personaggi così diversi ma anche così incredibilmente simili.

Intanto, Janine Skorsky è tornata in città, e potrebbe essere sulle tracce di un potenziale scoop che coinvolgerebbe gli Shepherd. Tom tenta di convincerla a portare avanti le indagini sulle possibili vittime degli Underwood: Peter Russo, Zoe Barnes, Rachel Posner, e forse ora anche Cathy Durant...

Inserire immagine