The New Pope: tutto quello che c'è da sapere sulla nuova serie TV di Paolo Sorrentino

Inserire immagine
Jude Law e John Malkovich in The New Pope
@Gianni Fiorito

Dalla presenza nel cast di John Malkovich al rilascio della prima foto ufficiale, un viaggio alla scoperta delle anticipazioni sulla nuova serie tv diretta da Paolo Sorrentino, prossimamente in onda su Sky

Tutte le news su The New Pope

Da The Young Pope a The New Pope

I più prosaici, e financo i più disincantati e forse i più miscredenti, direbbero: "Morto un papa se ne fa un altro." Ma al netto di questo corrivo luogo comune risulta ineluttabilmente una notizia fantastica che The Young Pope avrà un seguito. La prima serie tv firmata dal geniale Paolo Sorrentino (Premio Oscar per La Grande Bellezza) è stato un evento epocale e pure seminale per la tv. 10 episodi (andati in onda da 21 ottobre al 18 novembre 2016 su Sky Atlantic) che hanno rivoluzionato il piccolo schermo.

Nell'ultimo episodio della prima stagione avevamo lasciato Lenny Belardo, ovvero Papa Pio XIII (interpretato da un monumentale Jude Law) a Venezia. Il pontefice pronunciava una toccante omelia, colma di domande a cui risultava difficile rispondere: "Siamo morti o siamo vivi? Siamo stanchi o siamo energici? Siamo sani o siamo malati? Siamo buoni o siamo malvagi? Abbiamo ancora tempo o il tempo è scaduto? Siamo giovani o siamo vecchi? Siamo puliti o siamo sporchi? Siamo stupidi o siamo in gamba? Siamo veri o siamo falsi? Siamo ricchi o siamo poveri? Siamo re o siamo servitori? Siamo bravi o siamo belli? Siamo caldi o siamo freddi? Siamo contenti o siamo ciechi? Siamo delusi o siamo gioiosi? Ci siamo persi o ci siamo trovati? Siamo uomini o siamo donne?"

Ma la vista dei genitori, nascosti tra la folla, procurava a Pio XIII un improvviso malore e Lenny sveniva fra le braccia di Monsignor Gutierrez e degli altri cardinali. Forse Il peso di Dio (che peraltro è il titolo del libro di Paolo Sorrentino che raccoglie le migliore battute e i migliori dialoghi estrapolati da The Young Pope) era risultato fatale per il giovane papa americano. In fondo, come dichiarato dallo stesso Sorrentino: "Quando parlo di Dio, parlo della fatica di stare al mondo." Ma il regista, in alcune interviste, aveva sempre palesato l'ipotesi che la serie potesse avere una seconda stagione, considerata la vastità e la complessità dei temi affrontati. E perché no, degli apprezzamenti ricevuti da pubblico e critica.

Il cast di The New Pope

"Hanno tutti ragione". Così si intitola il primo libro di Paolo Sorrentino, incentrato su Tony Pagoda, cantante melodico napoletano ispirato al personaggio interpretato da Toni Servillo nel film L'uomo in più. E in fondo questa affermazione potrebbe essere mutuata anche per decodificare le tante indiscrezioni, i numerosi rumors che ruotano intorno alle riprese di The New Pope. Ma per non fare un torto al personaggio di Lenny Belardo, un papa che fa del rigore e dell'intransigenza il proprio cavallo di battaglia (come dimenticare il primo discorso di Pio XIII ai fedeli in piazza San Pietro?) riporteremo in questi paragrafo solo le notizie ufficiali.

Quello che sappiamo è che la sceneggiatura di The New Pope è stata scritta da Paolo Sorrentino con Umberto Contarello e Stefano Bises. Nel cast ci sarà ci sarà il due volte candidato all'Oscar John Malkovich. Al momento, però, non sappiano il nome del personaggio che interpreterà. Nella prima foto ufficiale distribuita alla stampa, tuttavia, vediamo Malkovich fare capolino in secondo piano alla destra di Jude Law. I due sono vestiti nella medesima maniera: papalina, abito bianco e rosario al collo. È difficile decifrare da questo scatto così preciso e al tempo stesso ambiguo, non foss'altro per il sardonico sorriso di Lenny Belardo, quale sarà il futuro di entrambi. D'altronde si sa: la conoscenza aumenta il mistero. E forse questa è la ragione che ha spinto un cineasta come Paolo Sorrentino, molto schivo nei confronti dei social, ad aprire un profilo personale su Instagram dove ha postato alcuni scatti di backstage riguardanti The New Pope

The New Pope: i rumors

"Esiste una sola strada che conduce alla felicità. E quella strada si chiama libertà." Così si conclude il discorso mai pronunciato da Pio XIII nel primo episodio di The Young Pope. Sicché, parimenti a un sogno, ci prendiamo la libertà di riportare le indiscrezioni in rete su questa nuova, attesissima serie firmata da Paolo Sorrentino.

La voce più clamorosa riguardante The New Pope è la presenza nel cast di Sharon Stone. durante un’intervista a Repubblica, la bionda attrice di Basic Instinct aveva fatto trapelare alcune anticipazioni riguardanti la sua partecipazione, il suo coinvolgimento in un futuro progetto insieme a un regista italiano. Ma non è detto si tratti di The New Pope. Si è anche fatto il nome di Stefano Accorsi e di Mark Ivanir (Homeland, Transparent). Si vocifera anche della possibilità di rivedere in questa seconda stagione Silvio Orlando nei panni del cardinale Voiello. Tiuttavia, l'indiscrezione più incredibile è quello che riguarda un eventuale cameo di Marilyn Manson nella serie. Una sorta di incontro tra il diavolo e l'acqua santa, all'ombra del Vaticano. Anche in questo caso sono solo rumors e sono tutti da verificare.

Per quanto concerne le location, al momento si parla di Venezia e Roma. Insomma, non resta che aspettare le conferme ufficiali. L'unica cosa sicura è la fame di notizie nei confronti di The New Pope, una delle serie tv più attese del globo terracqueo. Perché come scrive Lenny Belardo nel nono episodio di The Young Pope: ”Cos'è più bello, amore mio, l'amore perso o l'amore trovato?"