Ghali, viaggiare verso nuovi orizzonti è una Sensazione Ultra

Musica

Fabrizio Basso

Credit Nabil Elderkin

L'album, composto da dodici tracce, racconta le due anime dell'artista: quella legata alla musica hip hop e quella più pop capace di farsi largo nella cultura e nelle case delle famiglie italiane. Lo abbiamo ASCOLTATO IN ANTEPRIMA insieme a Ghali

Milano sembra l'ottava meraviglia del mondo dal terrazzo della Warner. Sembra la via di accesso alla mitica biblioteca di Alessandria d'Egitto. E la percezione è ancora più netta pre-ascoltando Senzazione Ultra insieme al suo creatore, Ghali. Un album di dodici brani declinato in quattro idiomi, italiano, arabo, inglese e francese. Prima di entrare nel dettaglio di questo lavoro che è un melting pot culturale affascinante, un po' di storia. Una serata con Ghali è come entrare in un drive in, è un cinema all’aperto. La prendiamo da lontano, d'altra parte lui con la sua arte ci porta lontano, in universi sconosciuti, e dunque perché non lasciarsi trasportare dalle correnti? La prima si ferma a Sanremo dove Ghali si dice pronto ad andare "ma con il pezzo giusto. Ad esempio, Bayna, che è metà in arabo, sarebbe figo portarlo all'Ariston". Poi aggiunge che gli piacerebbe fare un disco tutto in arabo ma per ora vuole dare di più all’Italia: "Ma non dimentico la mia seconda casa per quanto debba ancora piazzarmi bene qui. Dal 2016 l’Europa guarda musicalmente all’Italia, ora si lavora un suono poù personale. La musica deve essere giusta per fare entrare le parole in un orecchio.

Ci siamo lasciati due anni fa con DNA e il giorno dopo la festa è partita la zona rossa. Quando ho capito che la cosa si dilungava e la speranza decresceva mi sono messo in studio a riflettere. Ho trascorso tanto tempo da solo o con mia mamma e poi in occasione di un viaggio in Tunisia per lavorale al video di Wallah ho iniziato a ragionare sui suoni che volevo. Abbiamo fatto una raccolta di brani e nel tempo abbiamo deciso come distribuirla". La cover è firmata da Nabil Elderkon che ha lavorato, tra gli altri, con The Weeknd, Dua Lipa, Frank Ocean, Travis Scott: "Per un Italiano è un orgoglio lavorare con un artista così importante", commenta.

approfondimento

Ghali in concerto, le date del tour estivo 2022

IL PRE-ASCOLTO CON GHALI

Bayna –  Sembra, nelle prime immagini del video che Ghali ha scelto per presentarla, una Gomorra maghrebina poi arrivano il Mediterraneo e la seconda mamma: "E’ una storia assurda. L’arabo bianco, come lingua, è quello comprensibile da tutti i paesi arabi, come l’italiano dei telegiornali. Il ragazzo con cui ho lavorato è scappato e non sappiamo più dove sia, aveva una grande occasione di cambiare la propria vita. Sono rimasto colpito da Rat Chopper che stava pianificando la sua vita. Si vocifera che sia in Europa da qualche parte a consegnare pizze. Ha avuto una bella offerta economica, dalla Tunisia vogliono scappare anche di fronte a una proposta importante. Poi c'è una nuova Italia che cresce ed è attiva, che sgomita per crearsi uno spazio".

Bravo – Ritmo ipnotico. Scritta tra il lago di Como, Buccinasco e Parigi. Il feat per Ghali non è un nome da sbandierare ma un contributo. Il pezzo narra del riscatto di un giovane rapper italiano che parla di moda in modo veramente figo: "E' un egotrip divertente".

Fortuna – La canzone è accompagnata da un cartoon di Kenshiro che "ritengo uno dei cartoon più dark in assoluto e che comunque va verso la luce. Ci sono Merk & Kremont: "Dopo Good Times non abbiamo più smesso di collaborare, abbiamo fatto anche cose che usciranno più avanti".

Free Solo – Il beat del brano è stato selezionato tra i Ghali type beat caricati online dai producer emergenti di tutta Italia, ai quali Ghali ha voluto dare l’opportunità di partecipare all’album indicendo un contest. C'è il feat di Marracash ("Salvini lo cita Marra, approvo ed è molto attuale e fresca quella strofa", precisa l'artista). Il titolo richiama quella forma di arrampicata dove si rinuncia a corde e appoggi.

Walo – Significa niente: "Nella mia testa ho immaginato Fuga di Mezzanotte. Io spesso perdo le coincidenze perché pur senza avere niente addosso mi mettono in stanze con altra gente per controlli. Il brano è accompagnato da una danza tribale berbera: cerchio e ritmica li hanno in comune tutte le religioni".

Moon Rage – Durante la pandemia Ghali si immaginava il ritorno ai festival. C'è la collaborazione con Axell, giovane promessa torinese di origini senegalesi cui un incidente alla vista stoppa la carriera calcistica. Axell reagisce dedicando la sua vita alla musica. Il testo del brano dice che “era già tutto un piano di Allah” e parla di come il destino abbia sempre un progetto per chi ha fede in se stesso.

Pare - Ghali assicura che alle prime melodie ha subito immaginato la voce di Madame. E' un brano contro il bullismo ma con un approccio diverso: spiega a chi ne è vittima che si può essere più forti di chi con l'aggressività maschera le proprie insicurezze. C'è un cameo di Massimo Pericolo. Il brano, per me, più bello e potente di Sensazione Ultra.

Crazy – E’ la prima canzone realizzata con Merk & Kremont dopo Good Times "e abbiamo aspettato finora per pubblicarla". E’ una canzone d’amore alla terra nella quale si analizzano i comportamenti scorretti dell'uomo verso di lei. Magica la frase "piacere mondo tu come ti chiami".

Peter Parker – Siamo a Spiderman prima che metta il costume: "Penso a lui quando rincorre l’autobus. Non esiste un eroe arabo e vorrei parlarne con Disney. Il genio della lampada è una entità, è ispirato dalle Mille e Una Notte. Pensa quanto fa bene nei corridoi di una scuola uno Spiderman Nero…noi abbiamo solo Lanterna verde e fa armi".

Wallah – "E’ una cosa insolita ed è fighissima", commenta Ghali. Nel testo italiano, arabo e francese si inseguono finendo per mescolarsi in un unico idioma senza appartenenza alcuna se non quella del ritmo

Drari – Significa ragazzi in marocchino e ha il feat di Baby Gang che "mi ricorda tanto me quando non mi si dava la possibilità. All’inizio le mie cose passavano attraverso gli altri. Mi chiedevano di scrivere canzoni e testi e nel contempo nessuno aveva mai visto una rap band nel panorama italiano ma c’era troppo pregiudizio. Sono fan e mi faccio ispirare dalle nuove generazioni, in loro vedo me".

Sensazione Ultra – E’ il titolo del disco che è una giostra di sensazioni. Nel video scelto da Ghali per raccontarlo i cattivi vengono risucchiati via. Il brano termina col ticchettio di una lancetta che segna il risveglio dal viaggio ultrasensoriale di Sensazione Ultra.

Spettacolo: Per te