Morto Snootie Wild, il rapper è stato ucciso a Houston

Musica

Camilla Sernagiotto

©Getty

Il musicista - la cui fama è legata al brano Yayo, canzone pubblicata nel 2014 in collaborazione con Yo Gotti - è spirato in Texas a seguito di una sparatoria. Ritrovato in fin di vita la mattina di venerdì 25 febbraio, è stato trasportato d'urgenza in ospedale dove però non ce l'ha fatta: a causa della gravità delle ferite riportate al collo, è morto poco dopo il ricovero ospedaliero

È morto Snootie Wild, rapper statunitense trentaseienne che è stato coinvolto in una sparatoria a Houston, in Texas.

L’artista, al secolo LePreston Porter, è stato ucciso da colpi d'arma da fuoco.

Nato il 23 aprile 1985, è morto all'età di 36 anni (ne avrebbe compiuti 37 ad aprile 2022). È stato ritrovato in fin di vita la mattina di venerdì 25 febbraio: rinvenuto accanto a un'automobile, un SUV, riportava ferite al collo.

Trasportato d’urgenza in ospedale, purtroppo non ce l’ha fatta a causa della gravità delle ferite riportate.

Le notizie sono state diffuse dalla stazione televisiva texana ABC 13. Per adesso non ci sono notizie relative ai responsabili dell'omicidio ma la polizia sta indagando sulle dinamiche della sparatoria.  

L’annuncio della morte dato dal profilo Instagram del rapper

approfondimento

Jay Z, il primo rapper miliardario compie 50 anni. FOTO

A dare l'annuncio della scomparsa di Snootie Wild è stato Instagram, nel senso che sabato 26 febbraio (il giorno dopo la sua scomparsa) è stato pubblicato sul profilo ufficiale del musicista un post in suo ricordo.

Nel contenuto condiviso su IG, il rapper viene salutato con queste parole “Il tuo corpo è andato, ma il tuo NOME & EREDITÀ vivrà per sempre!” (vi mostriamo il post alla fine di questo articolo).

La polizia è arrivata sul luogo del delitto alle due del mattino di venerdì 25 febbraio. La KTRK-TV, un partner affiliato alla ABC di Huston, ha rivelato che a dare l'allarme sarebbe stato un sistema automatico che rileva i colpi d'arma da fuoco.


Un portavoce della polizia di Houston ha dichiarato a The Sun che Snootie Wild è stato ritrovato mentre si trovava in posizione prona, sdraiato a faccia in giù in un fossato. Riportava una ferita al collo e sono state immediatamente effettuate le manovre di rianimazione sul luogo. Nel frattempo sono arrivati i soccorsi e il rapper è stato trasferito d'urgenza nell'ospedale più vicino, dove tuttavia non ce l'ha fatta.
Nel fossato è stata ritrovata anche un'automobile, un SUV.

“Sembra che sia finito accidentalmente lì dentro [nel fossato] a marcia indietro”, ha affermato l’ufficiale R. Willkens in occasione dei primi aggiornamenti relativi alla sparatoria.
“Poi si è accostato un altro veicolo, delle persone sono scese dall’auto. Hanno parlato per un po’, poi all’improvviso hanno cominciato a sparare. In realtà è stato sparato un solo colpo”, ha aggiunto.
Il SUV sembra appartenere ad una donna e un portavoce della Polizia, rilasciando una dichiarazione al Sun, avrebbe dichiarato: “Durante l’indagine abbiamo trovato una donna”.

Chi era Snootie Wild

approfondimento

Snoop Dogg compie 50 anni, non solo canzoni: i 10 migliori film. FOTO

La fama di Snootie Wild è principalmente legata alla canzone Yayo, brano pubblicato nel 2014 in collaborazione con Yo Gotti.


Il pezzo è incluso nell'unico album pubblicato da Snootie Wild, ossia Go Mode.
Yayo è stato il suo primo singolo, il cui notevole successo ha contribuito a far esplodere la sua carriera negli Stati Uniti.
Il brano è entrato nella classifica Billboard Hot R&B / Hip-Hop Songs ed è rapidamente diventato un vero e proprio tormentone.


Nell’ottobre 2013 il rapper di Memphis, Yo Gotti, ha scritturato Wild per la sua etichetta Collective Music Group (CMG). Proprio per questa casa discografica il rapper ha dato alle stampe il suo primo disco in studio, Go Mode.

Il secondo singolo dell'EP, Made Me, ha raggiunto la posizione numero 93 nella classifica Billboard Hot 100 degli Stati Uniti.

Made Me è stato quindi il singolo che si è piazzato nelle classifiche con il punteggio più alto di tutta la carriera del rapper.  

 

Spettacolo: Per te