Levante, "Dall'alba al tramonto" è la nuova canzone: il testo

Musica

Dopo il successo di “Tikibombom”, “Sirene” e “Vertigine” e in attesa dell’uscita del suo terzo romanzo dal titolo “E questo cuore non mente”, Levante pubblica a sorpresa un nuovo singolo. Ecco il testo di “Dall’alba al tramonto”, un dialogo tra due persone, in una riflessione sul senso delle cose che prima o poi finiscono e sulla speranza di una rinascita che sempre arriverà

Dall’alba al tramonto” è il titolo del nuovo singolo della cantautrice siciliana Claudia Lagona, meglio conosciuta come Levante, uscito alla mezzanotte di venerdì 21 maggio. Un brano in cui si riconosce il caratteristico tratto malinconico dell’artista, che anche questa volta tocca le corde di temi profondi, in una sentita riflessione sul senso delle cose che prima o poi finiscono e sulla speranza di una rinascita che sempre arriverà.

approfondimento

Levante annuncia il terzo libro "E questo cuore non mente"

È stata proprio Levante a svelare, nelle scorse ore il significato della canzone, arrivata a quasi un anno dalla pubblicazione dell’ultimo singolo “Vertigine”, assoluto protagonista della colonna sonora di “Baby”, in onda su Netflix e su Sky Q. “Questo brano rappresenta tante cose speciali per me, prima fra tutte il coraggio di guardare il giorno che si spegne, vivere la paura della notte sapendo che ritornerà il giorno. Che in ogni fine c’è un inizio, con o senza di noi. Tutto va avanti, andrà avanti, andrà bene. Vi lascio la mia musica e le mie parole sperando che siano abbastanza, che siano conforto, che siano carezze”, ha scritto Levante su Instagram, regalando ai fan la sua canzone. Del brano, che nasce con l’obiettivo di accompagnare l’uscita del terzo romanzo “E questo cuore non mente” (edito da Rizzoli è in arrivo il prossimo 8 giugno), rivedremo anche l’attesissimo videoclip in uscita alle ore 14:00 di venerdì 21 maggio. Ecco di seguito il testo di “Dall’alba al tramonto”.

Il testo di “Dall’alba al tramonto”

E non ti piacciono i finali
È troppo facile inventarli
Tu aspetti l’alba
Tu aspetti l’alba
E ti concedi ad un inchino
Che l’imbarazzo è grande più di te
Fuggi a chi guarda
Fuggi agli addii che non sei in grado, tu
Che non finisci il piatto perché nessun fondo è da toccare, tu
Lo sai che nella fine ci son tanti inizi da inventare?

E ogni volta che accade, ogni volta che cado
Ogni volta da capo, ogni volta non la vorrei, però
Ogni volta ho rischiato per la gioia di un minuto
Dire d’essere vissuto fino al tempo di un saluto
E no, uh
Ogni volta un tramonto da guardare fino in fondo

E mi racconti di domani
Non c’è nessuno bravo più di te
A fare l’alba
A fare l’alba di ogni cosa, tu
Lo sai che io alla fine ho i titoli di coda da guardare

E ogni volta che accade, ogni volta che cado
Ogni volta da capo, ogni volta non la vorrei, però
Ogni volta ho rischiato per la gioia di un minuto
Dire d’essere vissuto fino al tempo di un saluto
E no, uh
Siamo tutti un tramonto da guardare fino in fondo

E ogni volta che accade, ogni volta che cado
Ogni volta da capo, ogni volta non la vorrei, però
Ogni volta ho rischiato per la gioia di un minuto
Dire d’essere vissuto fino al tempo di un saluto
E no, uh, uh
Siamo tutti un tramonto da guardare fino in fondo

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.