La luce in fondo al tunnel ci porta verso i festival del 2021

Musica
decibel open air

Molti festival di musica elettronica stanno gettando il cuore oltre l’ostacolo e  annunciano date, location e in alcuni casi line up delle loro edizioni 2021. Ecco alcune anticipazioni

Torneremo a ballare? Un quesito che adesso non certo è in cima ai pensieri delle

persone ma che in realtà non le abbandona mai. Molti festival di musica elettronica

stanno gettando come suol dirsi il cuore oltre l’ostacolo, annunciando date, location e in alcuni casi line up delle loro edizioni 2021. Un messaggio di speranza, assai utile anche a indicare la tanto attesa luce in fondo al tunnel, indispensabile affinché un intero settore e relativo indotto (alberghi, ristoranti, trasporti) possano pensare a come ripartire.
 

In Italia Decibel Open Air (Parco delle Cascine di Firenze, sabato 11 e domenica 12

settembre) ha confermato le date della prossima edizione ed ha annunciato quasi la metà della sua line up, che propone Paul Kalkbrenner, 999999999, Amelie Lens, Ben Klock, Fisher, Gioli & Assia, Giorgia Angiuli, Kölsch, Michael Bibi, Pan-Pot, Renie Zonneveld, Richie Hawtin e Wade. Si tratta di una delle prime date 2021 annunciate da Kalkbrenner, uno dei pochissimi artisti “elettronici” in grado di arrivare al pubblico generalista, sempre e comunque restando fedele a sé stesso.

Sempre in Italia, confermate le date di Nameless (Lecco, dal 29 maggio al 1° giugno) con DJ Snake, Lil Pump e Claudio Coccoluto e del Kappa FuturFestival (Torino, 3 e

4 luglio). All’estero il calendario è già abbastanza fitto. A marzo BPM in Costarica dal 3 al 7 marzo con Bedouin, Loco Dice e Ricardo Villalobos, dal 20 al 27 marzo Avoriaz (Francia) ospita Snowboxx con Annie Mac, Becky Hill e Sonny Fodera e dal 26 al 28 marzo Ultra Music Festival a Miami; ad aprile Terminal V ad Edimburgo in Scozia con Nina Kravix, Richie Hawtin e Sven Väth (3 e 4); doppio appuntamento con il Caprices di Crans Montana (Svizzera) dal 9 all’11 e dal 16 al 18, Caprices che poi tornerà con altri due fine settimana a settembre; dal 29 aprile al 1 maggio BPM showcase ad Ibiza.

A maggio fari puntati sugli Stati Uniti con Electric Daisy Carnival a Las Vegas (21-23) e Movement a Detroit (29-31). A giugno torna a San Giovanni di Medua UNUM Festival (dal 3 al 7), forte di un brevetto che si avvarrà del supporto di Swallow Events, che ha studiato un sistema per effettuare test rapidi anti Covid e che ha avuto l’imprimatur del governo nazionale. Subito dopo, sempre in Albania, Kala Festival dal 9 al 16; dal 17 al 19 torna il Sónar di Barcellona, con il concerto dei Chemical Brothers già annunciato per il 19, dal 18 al 20 EDC Europe a Portimao in Portogallo. A luglio in programma Airbeat One a Neustadt-Glewe in Germania (7-11), Exit Festival a Novi Sad in Serbia (8-11), Neversa sul Lago di Costanza in Romania (8-11) e negli ultimi due fine settimana del mese il doppio appuntamento a Boom in Belgio con Tomorrowland (16-18 e 23-25); ad agosto infine Untold a Cluji in Romania (5-8), Defected Croatia a Tisno (5-10), Family Piknik a Montpellier in Francia (7-8), Neopop a Viana De Castelo in Portogallo (11-15), Drumcode Night ad Edimburgo (14) e Creamfields a Darersbury, Nord Inghilterra (26-29 agosto). Fermiamoci qua, per ora, fiduciosi che questo calendario sia soltanto una parte dei festival che ci attendono nel 2021.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.