Roberto Vecchioni, ritorna l'album "Montecristo" in vinile e in cd

Musica

Dopo 40 anni torna “Montecristo”, album iconico della carriera di Roberto Vecchioni. Il disco sarà disponibile in vinile in edizione limitata e per la prima volta in CD e digitale

Per il 40esimo anniversario, il 23 ottobre verrà ripubblicato “Montecristo”, storico album di Roberto Vecchioni (FOTO). In occasione della speciale occasione, sarà disponibile in vinile in edizione limitata numerata con artwork originale con busta esterna a tripla anta, busta interna e inserto con illustrazioni di Andrea Pazienza. L’album viene pubblicato per la prima volta anche in CD e in digitale (streaming e digital download). “Montecristo è per me come un figlio perduto, partito e mai tornato - ha dichiarato Roberto Vecchioni - l'ho amato da lontano in quella sua specie di esilio e lo ritrovo con una gioia smisurata. È tutto di nuovo lì: il disco, il mio Andrea Pazienza, lo smarrimento di allora, il “ciondolo” del ricordo, la voglia di nascondermi, la donna perduta in una città ormai senza donne. Non sapevo allora che avrei trovato l'altra, quella per sempre”.

La tracklist di “Montecristo”

approfondimento

Roberto Vecchioni, le canzoni più famose

Alla realizzazione dell’album hanno partecipato Eugenio Finardi (nei brani “Montecristo” “Reginella (e cinquecento catenelle d'oro)” e “Madre”), Antonello Venditti (presente nel brano “Montecristo”) e Lucio Dalla al sax nel brano “La Strega”. A causa di una diatriba discografica, l’album era stato ritirato dal commercio con la distruzione dei master analogici originali, cosa che ha reso impossibile, finora, la ristampa in CD. In occasione dei 40 anni dall’uscita, torna il diario avvelenato e disperato dell’ultimo anno di un amore. Tra i vari spunti favolistici e cinematografici si dipana la lunga ballata ermetica “ciondolo”, ricordo sonoro di altri tempi, quelli dell’attesa e della speranza. La parafrasi felliniana al contrario (“La città senza donne”) stempera l’amarezza in autoironia come ultimo tentativo di dimenticare. Questa la tracklist dell’LP:

Lato A

  1. La Città Senza Donne
  2. Ciondolo
  3. Montecristo
  4. Reginella (E Cinquecento Catenelle D'oro)

Lato B

  1. L'anno Che È Venuto (Via Dalla Pazza Folla)
  2. Canzone Da Lontano
  3. La Strega
  4. Madre
  5. La Città Senza Donne (Finale)

“L’infinito”, l'ultimo album di Roberto Vecchioni

approfondimento

Roberto Vecchioni, gli album più importanti

L’ultimo album di Roberto Vecchioni è “L’infinito”, pubblicato nel novembre 2018 e uscito solo attraverso i supporti fisici tradizionali. Per volontà dell’artista i brani non sono presenti in streaming e download, una decisione premiata dal disco d’oro per le venticinquemila copie vendute. Una scelta nata dalla volontà dichiarata di non trattare la musica come prodotto di consumo veloce, di non decontestualizzare l’ascolto del singolo brano, parte integrante della narrazione che tiene insieme tante storie, da Alex Zanardi a Giulio Regeni, dalla guerrigliera curda Ayse a Leopardi. Un album-manifesto che rivendica la necessità di trovare l’infinito “al di qua della siepe”. Dodici tracce inedite, con musica e parole del cantautore, disponibile in formato cd, in edizione deluxe arricchita dal saggio “Le parole del canto. Riflessioni senza troppe pretese” e in vinile limited edition. L’album, corredato dalle foto di Oliviero Toscani, contiene due grandi collaborazioni: Francesco Guccini che, per la prima volta, duetta con Vecchioni nel singolo “Ti Insegnerò a volare”, ispirato alla figura dell’ex pilota Alex Zanardi, e il pezzo autobiografico “Com’è lunga la notte” in compagnia di Morgan.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24