David Bowie, il film biopic sarà presentato al Festival di Roma: Johnny Flynn protagonista

Musica

“Stardust” verrà proiettato alla kermesse cinematografica della capitale. La pellicola diretta da Gabriel Range ripercorre la vita dell’artista britannico prima del grande successo

Il biopic su David Bowie, diretto da Gabriel Range, verrà presentato al Festival del Cinema di Roma (LO SPECIALE), in programma dal 15 al 25 ottobre. La pellicola racconta come fosse la vita del futuro Duca Bianco prima che arrivasse il grande successo. È stato Antonio Monda, direttore artistico della kermesse cinematografica della capitale, ad annunciare la proiezione del film durante l’evento previsto tra un paio di mesi. Contestualmente saranno presentati anche un documentario sull’ex calciatore Francesco Totti e un tributo al compianto compositore Ennio Morricone.

A indossare i panni di David Bowie sarà Johnny Flynn. Il 37enne sudafricano con passaporto britannico è un apprezzato musicista e attore. Recentemente ha interpretato il ruolo di Mr. Knightley in “Emma” (l’adattamento cinematografico del romanzo di Jane Austen) ed è stato protagonista della serie Netflix “Lovesick”. Ha già pubblicato nove album in studio, l’ultimo è “Live at the Roundhouse” uscito nel 2018.

“STARDUST”: COSA RACCONTA IL BIOPIC SU DAVID BOWIE?

Il film ripercorre il viaggio negli Stati Uniti d’America fatto da David Bowie nel 1971. All’epoca il futuro Duca Bianco aveva 24 anni e doveva promuovere “The Man Who Sold the World”, ma il successo mondiale era ancora lontano. Quell’avventura è stata determinante per la carriera del genio londinese. Il film racconta nel dettaglio tutte le ispirazioni e gli eventi che hanno dato vita al suo celeberrimo alter ego Ziggy Stardust, facendo luce sulla genesi del trasformismo di una delle più grandi icone culturali del secolo scorso. Il titolo del film è proprio dovuto al brano musicale pubblicato nel 1972.

“Stardust” avrebbe dovuto essere presentato al Tribeca Festival qualche mese fa, ma l’evento è stato rinviato a causa dell’emergenza sanitaria(LO SPECIALE - GLI AGGIORNAMENTI LA MAPPA). I produttori hanno comunque deciso di proseguire la loro attività promozionale e il biopic verrà così proiettato per la prima volta al Festival del Cinema di Roma, in programma all’Auditorium Parco della Musica in autunno.

LE DICHIARAZIONI DEL REGISTA GABRIEL RANGE SU “STARDUST”

Il regista britannico Gabriel Range, noto al grande pubblicato soprattutto per aver diretto “Death of a President”, ha raccontato così il suo nuovo film: “All’epoca in cui si svolge la storia, David ha sedici singoli falliti alle spalle. C’è qualcosa di enormemente stimolante nell’andare avanti fino a trovare qualcosa di completamente originale nella musica, nell’esecuzione e nel personaggio. C’era qualcosa di così misterioso ed enigmatico in Bowie. La cosa straordinaria di David è stata proprio mostrare quante volte ci ha provato e ha fallito, continuando con incredibile determinazione a proseguire. Volevo catturare quel momento di insicurezza prima della grande svolta, esplorando il giovane dietro l’icona. La performance di Johnny è la più bella lettera d’amore scritta da un musicista per un altro”.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.