Marian Trapassi e il nuovo singolo: Siamo come Siamo

Marian Trapassi (foto Ray Tarantino)

Siamo come Siamo è il nuovo singolo dell'artista di origini siciliane Marian Trapassi . Qui potete in anterpima il video e leggerne la storia

Marian Trapassi, cantautrice siciliana d'origine e cittadina del mondo per scelta, ha pubblicato il suo quinto album di inediti “Bianco” con l’intento di raccontare storie universali, che parlano attraverso metafore della vita e delle sue sfaccettature, e personali, cioè di momenti molto intimi, in cui la cantautrice si racconta. Questo album racconta la sua strada, è introspettivo e scava dentro l’animo della cantautrice per rendersi conto di tutti gli stati d’animo che la attraversano. C’è riflessione, un po’ di malinconia, calma, ma anche un po’ di tormento, ciò che Marian sente dentro emerge ma sempre mantenendo un certo equilibrio. Con questo disco la cantautrice si distacca dai precedenti lavori e si impone con uno stile preciso e omogeneo, che va dal jazz, al blues, al folk, con 12 brani eleganti e raffinati negli arrangiamenti e nella scrittura. Musicalmente, l’album si ispira ai moderni chansonnier francesi e alle grandi cantautrici italiane e americane. Il singolo “Siamo come Siamo”, ulteriore capitolo estratto dal complesso libro di racconti che è “Bianco”, vuole essere uno sguardo semiserio sul tema del giudizio; la cantautrice racconta come l’essere umano, schiavo dell’opinione altrui, risulta essere tutto e niente e dimentica che per essere davvero felice bisogna essere principalmente se stesso. Ogni parola ha un peso consistente, soprattutto il ritornello che funge da nucleo del testo e cuore del messaggio della cantautrice:

“Siamo come siamo. Come siamo siamo
Siamo come siamo .Come siamo siamo
Siamo come siamo. Come siamo siamo, e come siamo, siamo..
E se siamo come siamo.....siamo noi che lo vogliamo”

Ognuno di noi fa del proprio meglio della propria esistenza e spesso quello che vediamo esternamente non è che un solo aspetto di un individuo. Chi siamo quindi noi per giudicare gli altri? Anche nel video, grazie al giovane regista palermitano Alessandro Cracolici, viene rappresentato il teatro della vita, dipingendo un ritratto perfetto di come ai giorni nostri la gente sia sempre pronta a giudicare chi si trova intorno. Questo tema emerge nel momento in cui Marian Trapassi si muove tra i vari personaggi: burattini, acrobati circensi e varie figure animate che si aggirano nel grande scenario dell’esistenza umana; alcuni di loro sono legati a dei fili, altri sono liberi di muoversi, sfidare la legge di gravità e fare numeri di grande abilità. Il video è stato interamente girato a Palermo, in varie e accattivanti location: nello storico teatro dei “Pupi” della famiglia Argento ricco di cultura e tradizione, nel piccolo luna park per bambini del “Giardino Inglese”, e nella più moderna e suggestiva scuola circense. Il brano inserito nell’ultimo album di Marian Trapassi, “Bianco”, prodotto e arrangiato da Paolo Iafelice per Adesiva Discografica, musicalmente è stato costruito sul testo così da esaltare i vari passaggi della voce che, narrante, ci conduce in un alternarsi di mondi sonori che culminano con un finale esplosivo che da sfogo a frenetici soli di fiati e libere improvvisazioni.

Regia: Alessandro Cracolici
Produttori esecutivo: Luca Sanini, Alessandro Cracolici
Fotografia: Tommaso D'Alia
Assistente alla Regia: Anna Pojero
Montaggio e VFX: Daniel Cartosio
Ballerini/Musicisti/burattini: Carla Carta,Giulya Camiolo, Emanuela Tipa, Enrico Napoli, Francesco La Cagnina, Ornella Accurso, Sofia Adamo, Simone Federico.
Acrobati: Valeria Cultrera, Lorenzo Aureli.
Trucco e Costumi: Carla Carta, Anna Pojero
Prodotto da Kangaroo Studios

Ringraziamenti:
Comune di Palermo
Teatro dei Pupi Sicilani, Famiglia Argento
Parco giochi, Giardino Inglese
Carillon, Teatro e Danza
Lavique Fashion e costumes