Giordana Angi, le canzoni più famose

I brani più ascoltati e ricercati della giovane cantante italo francese Giordana Angi

Giordana Angi è una giovane cantante, classe 1994, nata in Bretagna, a Vannes, ma cresciuta a Latina fin da quando era molto piccola. Ha preso parte con successo al talent Amici, raccontando d’aver intrapreso la carriera artistica dopo un particolare sogno. Ha di fatto visto Britney Spears predirle un luminoso futuro come cantante. Ha avuto modo di farsi conoscere al grande pubblico grazie a Sanremo Giovani nel 2012. Un’esperienza formativa molto importante, che l’ha posta all’attenzione di Tiziano Ferro. Questi l’ha aiutata molto, producendo il suo singolo “Chiusa con te”. Si attendeva un intero album a quattro mani ma ciò non è ancora avvenuto. Continua a lottare per trovare il proprio spazio in questo mondo. Nel 2018 ad esempio ha collaborato alla scrittura di “Senza Appartenere”, brano portato a Sanremo da Nina Zilli. Molto apprezzata dai più giovani, ha pubblicato ad oggi un solo album in studio, “Voglio essere tua”, ricco di singoli di grande successo. Ecco dunque le sue canzoni più famose:

  • Stringimi più forte
  • Casa
  • Chiedo di non chiedere
  • Ti ho creduto
  • Quante volte ad aspettarti

Stringimi più forte

Una canzone d’amore che fa da traino in radio e sui social per il suo primo album in studio. Giordana Angi si dimostra particolarmente abile nel riuscire a interpretare emozioni e sentimenti. Un affresco della tendenza moderna a trattare ciò che si prova con una certa superficialità. Lo spiega bene fin da subito: “Per sapere amare non basta chiamarsi amore”. Una critica e al tempo stesso una richiesta a lasciarsi amare, mostrandosi fragili e non impauriti dinanzi a una sofferta ammissione: “La felicità, credo che abbia a che fare con te”. Lasciarsi andare tra le braccia di un’altra persona, senza timore di cadere.

Casa

È la stessa Angi a parlare del significato di “Casa”, ma soprattutto di come sia nata questa canzone. Ha iniziato a scriverla mentre era in aereo, diretta in India per motivi di lavoro. Un lungo viaggio che l’ha tenuta via di casa per sei mesi, il che l’ha condotta a ragionare sul significato di questa parola, su cosa comprenda al suo interno. Un testo acerbo, che la Angi ha lasciato maturare per un po’. Una volta tornata in Italia, ha trovato l’amore, comprendendo come casa sia lì dove il cuore si sente leggero e felice.

Chiedo di non chiedere

Uno dei brani di maggior successo della giovane cantante, che ha spiegato di inserire nei suoi scritti molto materiale autobiografico. Il testo è alquanto esplicito e proprio per questo è piaciuto moltissimo. Particolarmente descrittivo, ha coinvolto i più giovani, ritrovatisi in pieno nelle atmosfere descritte. È una canzone sulla totale libertà, di sentimenti e corpo. Un brano nato da un riff di chitarra e una melodia improvvisata, come dichiarato dalla Angi.

Ti ho creduto

Una canzone tanto difficile da scrivere quanto, ogni volta, da cantare. Il tema è quello della violenza sessuale, perpetrata ai danni di una giovanissima. Una canzone cruda, che descrive situazioni purtroppo realistiche, analizzandole a 360°. Si va dalla violenza in sé all’apatia genitoriale, fino al senso di colpa che nasce quasi spontaneo, per una vittima che vede la sua vita infrangersi e non ha idea di come ricomporre i pezzi.

Quante volte ad aspettarti

Si tratta di una lettera scritta a suo padre, col quale la Angi non ha mai avuto un ottimo rapporto. Un duro confronto, che parla di silenzi perdurati per anni, che hanno scavato un solco profondo tra i due.