Ermal Meta: il racconto del concerto a Milano per il compleanno

Inserire immagine

Ermal Meta festeggia al Forum di Assago di Milano, con i suoi fan, il suo compleanno numero 38 . Una serata speciale, di festa e musica, di commozione e orti emozioni. Il racconto della grande festa di Ermal

(@BassoFabrizio)

Tre anni che definire intensi è un eufemismo. Si parte al tramonto 2015 quando Ermal Meta incontra Mescal a fine 2015 e l'avventura parte ufficialmente da Sanremo 2016. Si chiude il cerchio, un cerchio magico all’interno del quale troviamo tre podi a Sanremo, l’ultimo dei quali sul gradino più alto, dischi d’oro e di platino, premi e riconoscimenti come se parlassimo di un decennio e non di un triennio, interminabili tour con molte migliaia di persone sotto al palco, qualunque fosse la formula del concerto. Il tour con Gnu Quartet è uno dei più emozionanti che ho visto negli ultini anni, quello dove il cuore e l'arte emergono cristallini.

Ora è il momento di fermarsi un pochino, riprendere fiato, pensare a scrivere cose nuove, elaborare nuove idee e nuovi progetti. Ma prima di questa pausa che, conoscendolo, sono certo sarà poco più di uno iato, non poteva mancare un ultimo appunamento, anche questo con un valore speciale: ci siamo ritrovati al Forum di Assago di Milano ieri sera, sabato 20 aprile, vigilia di Pasqua per festeggiare il suo compleanno. Era presente anche Ercole, il nuovo singolo contenuto nell'imperdibile cofanetto live Non abbiamo armi - Il concerto. In questo nuovo singolo, Ermal Meta associa l'idea dell'amore, con tutte le sue contraddizioni, e il concetto di promessa, per chi ne conosce il significato ovvio, alla figura mitologica di Ercole e alle sue 12 fatiche. Il lancio di Ercole è stato accompagnato dalla pubblicazione del suo video ufficiale, realizzato da Mauro Russo.

Alle 20.30 si spengono le luci e appare un artista che per tanti è un emergente ma per i Lupi di Ermal è un volto noto: si chiama Cordio e ha accompagnato Ermal in apertura di alcuni suoi passati concerti. Alle 21.10 il concerto ha inizio, Ermal al centro del palco con alle spalle un mega wall display che proeietta immagini di galassie lontane con luci colorate psichedeliche che richiamano il suo outfit per la serata. Ermal, infatti ha scelto come giacca un modello biker argentato con frange sulle maniche. Il forum è già in delirio dopo la fine della prima canzone, Umano. Cambia la scenografia, rossa a scacchi con le immagini di Ermal mentre ci regala Bionda. Chitarra alla mano siamo a Lettera a mio Padre. Dopo le prime tre canzoni è il momento di chiedere al pubblico come va e sul boato si levano al cielo le prime note di Piccola Anima: il pubblico prenda la nota e canta al posto suo poi lui subentra. Prosegue con Ragazza paradiso e chiede ai fan di cominciare a battere le mani! La scenografia che l’accompagna durante il concerto nel giorno del suo 38mo compleanno è un gioco di luci e colori e fa da sfondo a Io mi innamoro ancora. Appare sul palco il super ospite della serata J- Ax per duettare sulle note di Un’altra volta da rischiare. Cantano, saltellano e infine si salutano con un "Ti voglio bene fratello".

Lo spettacolo continua con Ermal che coinvolge nuovamente il pubblico intonando l'ohhhh ohhhh ohhhhh di Vietato morire: le fan impazziscono, sono incontenibili. Poi duetta in Come va a finire con Andrea Vigentini, nonché suo grande amico che l’artista definisce grande musicista. Terminata l’esibizione Ermal invita il suo amico a cantare un suo brano contenuto nell’album in uscita. Ermal lascia quindi il palco ad Andrea e ne approfitta per un veloce cambio di giacca: stesso modello ma con la differenza che ora è nero con mega cerchi blu e rossi. E' il momento dell’entrata in scena dei Gnu Quartet che hanno accompagnato nell'ultimo tour. Le luci si abbassano, Ermal al piano con lo sfondo di una scenografia fluttuante come un quadro astratto è accompagno dalla viola, violino e flauto dei Gnu Quartet, che si fondono in quella dolce ballata che è Voce del Verbo. Proseguono con lo sfondo di un Forum scintillante che si illumina come un prato di notte illuminato dalla luce della luna e delle stelle sul quale danzano mille lucciole sulle note di Quello che ci resta.

Mentre tenta di accordare la chitarra di “legno” spiegando che gli strumenti ascustici...racconta che è sudato perché l’aria si è fatta molto calda accendendo i pensieri il pubblico femminile che apprezza: gli dedica Voodoo Love. La scenografia è nuovamente stellare, con un gioco di luci e colori e il sempre presente, il wall display questa volta assume le sembianze di una volta celeste in cui le costellazioni si inseguono. Sfruttando il momento chiede al pubblico di accendere le torce dei cellulari/smartphone e di non fare gli spilorci (tanto sa benissimo che possiedono delle power bank) per Le luci di Roma. Adesso ora di coinvolgere molto di più il pubblico, Ermal confessa che un giorno magari farà una trasmissione che intitolerà : Flusso di incoscienza con quelli che lui chiama i “cazzoni” dei Gnu Quartet con cui si aggiunge anche la sua band e tutti insieme propongon Molto bene Molto male. Con Non abbiamo armi, la traccia che dà il nome all’album, il forum si trasforma, in una mega scenografia di circa migliaia GRAZIE stampati su foglietti bianchi, accompagnati dai settori frontali al palco (giallo, rosso, verde, azzurro). Segue con Non mi avete fatto niente. Il tema ricorrente della scenografia è lo spazio, inteso come galassia, pianeti lontani, stelle, che compongono le costellazioni con meteoriti che “spaziano” libere fino in paradiso, dove esplode l’universo: tutto sembra straordinario, ci invita ad abbassarci e ad alzarci tutti su per terra e una fantastica scenografia riempita da tanti coriandoli colorati che piovono dall’alto. Il pubblico a questo punto tra applausi e gridolini intona Buon compleanno: ha resistito per due ore di concerto. Siamo alle 23.10, Ermal ammette che è il più bel compleanno della sua vita. A questo punto quando sembra che tutto sia finito, cambia ancora giacca e ci regala ancora qualche sua canzone, tra cui Mi salvi chi può. Ormai siamo al gran finali. Racconta che gli ultimi tre anni della sua vita sono stati fantastici, che prima di questo periodo trascorreva il tempo dietro le quinte quando scriveva per gli altri ma che ora preferisce stare di gran lunga sul palco. Ringrazia nuovamente il pubblico, saluti finale, presenta la sua band esoprattutto il suo pubblico senza il quale lui non sarebbe un caz**. L’ultima canzone è La vita migliore con una mega coreografia di palloni bianchi che fluttuano sul forum palleggiati dal pubblico presente sul parterre… Sono le 23.44 il è concerto finito, le luci si spengono e noi aspettiamo Ermal per il taglio della torta del uo 38 compleanno.

SCALETTA
Umano
Biondo
Lettera a mio padre
Piccola anima
Ragazza paradiso
Io mi innamoro ancora
Un’altra volta da rischiare (con. J-Ax)
Vietato morire
Il vento della vita
Gravita con me
9 primavere
Rien ne va plus
Come va a finire (con Andrea Vigentini)
Voce del verbo (con Gnu Quartet)
Quello che ci resta (con Gnu Quartet)
Voodoo Love (con Gnu Quartet)
Le Luci di Roma (con Gnu Quartet)
Molto bene, molto male (con Gnu Quartet e band)
Odio le favole
Non abbiamo armi
Non mi avete fatto niente
Dall’Alba al tramonto
Volevo dirti
Schegge
Amore alcolico
Straordinario
Mi salvi chi può
Ercole
A Parte te
La Vita migliore