Alanis Morissette: le canzoni più famose

Musica
alanis-morissette-canzoni-famose

Le canzoni di Alanis Morissette che tutti cantano e non smetteranno mai di cantare: ecco i suoi più grandi successi

Quasi trent’anni di carriera alle spalle per Alanis Morissette, cantautrice canadese naturalizzata statunitense che ha conquistato intere generazioni con le sue canzoni. Il primo disco “Alanis”, arriva nel 1991, a soli 17 anni, segnando i primi successi in Canada. Pochi anni più tardi è il momento della svolta internazionale con quello che probabilmente resta il suo disco più conosciuto: “Jagged Little Pill”, pubblicato il 13 giugno 1995 e restato in vetta alle classifiche americane per settimane, conquistando ben 5 Grammy Awards (tra cui “Album dell’anno” e “Miglior album rock”). Gli anni ’90 sono indissolubilmente legati alla musica di Alanis Morissette, che ad oggi conta otto album all’attivo. Ripercorriamo la sua carriera attraverso le canzoni che tuttora non riusciamo a smettere di cantare a memoria:

  • Ironic
  • You Oughta Know
  • Hand In My Pocket
  • Thank U
  • You Learn
  • Head Over Feet
  • Uninvited
  • Hands Clean
  • Everything
  • Guardian

“Ironic”, canzone simbolo degli anni ‘90

“Ironic” è inequivocabilmente la canzone più conosciuta di Alanis Morissette, un vero e proprio simbolo di un’intera decade: gli anni ’90. Il singolo è stato pubblicato nel 1996 come quarto estratto di “Jagged Little Pill”. Anche il video, nella sua semplicità, è difficile da scordare: un viaggio in macchina con Alanis in compagnia di molteplici versioni di se stessa.

“You Oughta Know”, miglior canzone rock

Tutto quello che un ex dovrebbe sapere quando una storia finisce (male): “You Oughta Know” è il modo che Alanis Morissette ha trovato per dirlo. Primo singolo estratto dall’album “Jagged Little Pill”, un assaggio del successo che la cantautrice avrebbe riscosso da lì a poco. Il brano si è aggiudicato il Grammy come “Miglior canzone rock” nel 1996.

“Hand In My Pocket”, per mantenere la calma

Un altro estratto da “Jagged Little Pill” (1995), “Hand In My Pocket” è un brano scritto da Alanis Morissette con la collaborazione di Glen Ballard. Nel testo la cantautrice cerca di concentrarsi per rimanere calma e determinata, nonostante i problemi e le preoccupazioni che incontra sulla sua strada. Nel 2005 ne è stata pubblicata anche una versione acustica.

“Thank U”, un grazie ai sentimenti

“Thank U” è il singolo cardine del quarto album in studio di Alanis Morissette, nonché seconda uscita discografica internazionale, “Supposed Former Infatuation Junkie” (1998). Il brano è stato scritto di ritorno da un viaggio in India, che ha regalato alla cantautrice un senso di gratitudine per tutti i sentimenti contrastanti che ci attraversano.

“You Learn”, ancora “Jagged Little Pill”

Il successo riscosso dalla Morissette con l’album “Jagged Little Pill” è stato davvero senza precedenti, per questo tra le sue canzoni più famose non possiamo far altro che menzionare anche “You Learn”. Un singolo tutto da cantare, quinto estratto dal disco.

“Head Over Feet”, la conquista dell’Inghilterra

“Head Over Feet” (sempre contenuto in “Jagged Little Pill”) è il primo singolo di Alanis Morissette ad entrare nella Top 10 inglese. Il video è stato girato e presentato in due differenti versioni: “head” e “feet”.

“Uninvited”, la soundtrack

“Uninvited” è una canzone realizzata da Alanis Morissette per la colonna sonora del film “City of Angels – La città degli angeli”. La pellicola, diretta da Brad Silberling, è uscita nelle sale cinematografiche nel 1998. Si tratta di un remake del celebre film di Wim Wenders “Il cielo sopra Berlino” (1987), ma ambientato a Los Angeles. Il brano ha vinto due Grammy Awards: “Miglior canzone rock” e “Miglior esibizione dal vivo femminile”.

“Hands Clean”, il successo in Italia

“Hands Clean” è il primo singolo estratto dall’album del 2002 “Under Rug Swept”. Il testo della canzone è un confronto tra i punti di vista di due persone, presumibilmente la stessa Alanis e un uomo più grande e maturo di lei. Si tratta del brano della Morissette che ha riscosso il maggior successo in Italia, conquistando la terza posizione in classifica.

“Everything”, ogni parte di sé

Walt Whitman in un suo celebre verso ha scritto “sono vasto, contengo moltitudini”. Si potrebbe così poeticamente riassumere il significato di “Everything”, brano in cui la cantautrice canadese mette in luce le varie parti di sé, accolte dalla persona amata. È il primo singolo dell’album “So-Called Chaos” (2006).

“Guardian”, dall’ultimo album

“Guardian” è il singolo di lancio dell’ultimo album di inediti pubblicato da Alanis Morissette nel 2012, “Havoc and Bright Lights”. Il video che accompagna il pezzo è una chiara citazione de “Il cielo sopra Berlino”, film di Wim Wenders.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.