I migliori film anni 90

migliori film degli anni '90
Point Break, tra i migliori film anni '90

Il decennio dei Novanta ha prodotto una serie di pellicole di altissimo livello: ecco i 10 migliori film del periodo, da Il silenzio degli innocenti a Matrix, tutti in onda da lunedì 16 a martedì 31 luglio su Sky Cinema Anni 90 (canale 303).

Sky Cinema Anni 90


Gli anni Novanta hanno lasciato un segno indelebile nella Storia del Cinema. Anche per questo, Sky ha deciso di rendere omaggio a questo decennio irripetibile con il canale pop up Sky Cinema Anni 90, che da lunedì 16 a martedì 31 luglio manderà in onda sul 303 i migliori film degli anni ’90.


Difficile scegliere fra tante e meravigliose pellicole, ma a seguire vi abbiamo fornito quelli che si potrebbero definire a buona ragione i migliori film degli anni ’90, riportati in ordine cronologico di uscita, disponibili tutti quanti sul canale 303 di Sky. Buona visione!

I migliori film degli anni ‘90

Il silenzio degli innocenti

Anno: 1991
Genere: thriller
Regia: Jonathan Demme
Cast: Jodie Foster, Anthony Hopkins, Ted Levine, Scott Glenn, Anthony Heald, Ron Vawter, Frankie Faison

La classifica dei migliori film anni ’90 si apre con supercult direttamente dai primi anni ’90, secondo adattamento cinematografico incentrato sui romanzi di Thomas Harris dedicati al serial killer cannibale Hannibal Lecter (il primo era stato Manhunter – Frammenti di un omicidio di Thomas Mann). Cinque i premi Oscar – Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice protagonista, Miglior attore protagonista e Migliore sceneggiatura non originale – ma non sono le statuette quello che conta: la pellicola diretta da Jonathan Demme è un capolavoro della tensione che mette a confronto due grandi personaggi, ovvero da un lato la recluta Clarice Sterling, incaricata di indagare sul caso di un serial killer noto come Buffalo Bill, e dall’altro il pericolosissimo Hannibal Lecter, che dovrebbe fornire un aiuto a risolvere il caso da dentro un manicomio criminale di massima sicurezza. Ovviamente, non tutto andrà come previsto.

 

 
 

 

Point Break – Punto di rottura

Anno: 1991
Genere: azione
Regia: Kathryn Bigelow
Cast: Keanu Reeves, Patrick Swayze, Lori Petty, Gary Busey, John C. McGinley, James LeGros, Anthony Kiedis

La banda degli ex presidenti – così chiamata perché compie rapine con le maschere di quattro ex presidenti degli Stati Uniti – semina il panico nelle banche della contea di Los Angeles. Si sospetta che la gang sia composta da un gruppo di surfisti, per cui l’agente speciale Johnny Utah (Keanu Reeves) viene inviato sotto copertura per indagare all’interno dell’ambiente. Qui farà conoscenza con il carismatico Bodhi (Patrick Swayze), che lo introdurrà alla sua filosofia della ricerca dell’onda perfetta.

Philadelphia

Anno: 1993
Genere: drammatico
Regia: Jonathan Demme
Cast: Tom Hanks, Denzel Washington, Antonio Banderas, Mary Steenburgen, Jason Robards, Ron Vawter

La tragedia dell’AIDS finalmente raccontata senza pregiudizi, in un film che ha contribuito a ridare dignità alle persone sieropositive. Andy (Tom Hanks, Oscar come Migliore attore protagonista) è un brillante avvocato di un grande studio legale. Andy è anche gay e convive con il compagno Miguel (Antonio Banderas). Joe (Denzel Washington), al contrario, è costretto a tirare a campare con piccole cause e quando si scontra in tribunale con il primo è costretto alla resa. Ma quando Andy scopre di essere sieropositivo e i soci del suo studio scoprono che è gay, questi viene licenziato in tronco. Mentre i sintomi della malattia si fanno più gravi, l’ex avvocato si rivolge proprio al meno quotato rivale per ottenere giustizia. Memorabile anche Streets of Philadelphia, la canzone (premiata agli Oscar) prestata da Bruce Springsteen alla colonna sonora del film. Con Philadelphia il regista Jonathan Demme entra per la seconda volta in questa top ten dei film anni Novanta.

Ricomincio da capo

Anno: 1993
Genere: commedia
Regia: Harold Ramis
Cast: Bill Murray, Andie MacDowell, Chris Elliot, Stephen Tobolowsky, Brian Doyle-Murray, Angela Paton

Commedia estremamente originale diretta da Harold Ramis, noto soprattutto per avere interpretato Egon Spengler in Ghostbusters – Gli acchiappafantasmi. Un "odioso", ma irresistibile Bill Murray è Phil Connors, borioso meteorologo di un canale televisivo che viene inviato in una cittadina sperduta per realizzare un reportage sul folkloristico Giorno della marmotta. Dopo essere andato a letto a fine serata, però, invece di risvegliarsi l’indomani, si ritrova ad affrontare la stessa giornata all’infinito, rivivendo le stesse identiche situazioni, alle quali però può apportare delle modifiche mutando il proprio comportamento.

Pulp Fiction

Anno: 1994
Genere: crime
Regia: Quentin Tarantino
Cast: Uma Thurman, John Travolta, Bruce Willis, Samuel L. Jackson, Ving Rhames, Harvey Keitel, Amanda Plummer, Tim Roth, Christopher Walken

Riassumere quel che succede in Pulp Fiction, seconda pellicola del regista di culto Quentin Tarantino, destinata a consolidare quanto costruito con Le iene, è piuttosto difficile, visto che la trama è costituita da un intreccio di storie solo in parte legate fra loro. Ma fra coppie di rapinatori, gangster logorroici, pupe del boss con la passione per il ballo e pugili vicini al ritiro, il miscuglio è a dir poco irresistibile, anche grazie al supercast corale messo in piedi da Tarantino, che con questo film è fra l’altro riuscito a far risorgere (da un punto di vista cinematografico) l’ormai “bollito” John Travolta.

 

 

 

Quattro matrimoni e un funerale

Anno: 1994
Genere: sentimentale
Regia: Mike Newell
Cast: Hugh Grant, Andie MacDowell, Simon Callow, Rowan Atkinson, James Fleet, Kristin Scott Thomas, John Hannah

Una commedia sentimentale dai toni britannici, nonché un inaspettato successo a livello mondiale, grazie al quale il volto del belloccio Hugh Grant è diventato noto in ogni parte del globo. Charles, scapolo e felice di esserlo, si ritrova a partecipare con il suo gruppo di amici a una serie di cerimonie, come suggerito dal titolo. Durante uno dei matrimoni conosce la bella americana Carrie, di cui si innamora nonostante questa consideri il loro incontro una cosa da una notte e via. Pur avendo perso le sue tracce, non abbandonerà la speranza di ritrovarla.

Trainspotting

Anno: 1996
Genere: drammatico
Regia: Danny Boyle
Cast: Ewan McGregor, Robert Carlyle, Jonny Lee Miller, Ewn Bremner, Kevin McKidd, Kelly Macdonald, Peter Mullan, Irvine Welsh

Tratto dall’omonimo romanzo di Irvine Welsh, Trainspotting ha avuto il merito di confermare quanto di buono aveva fatto Danny Boyle con Piccoli omicidi tra amici e di lanciare a livello internazionale l’attore scozzese Ewan McGregor. Pieni anni ’80, Renton (McGregor), Spud (Ewn Bremner) e Sick Boy (Jonny Lee Miller) passano le loro giornate facendosi di eroina, mentre il loro manesco amico Begbie (Robert Carlyle) si “limita” alla birra e alle risse nei pub. Vari, rocamboleschi eventi sono però destinati a sconvolgere la loro “sana” routine. Il film, pieno di momenti cult e scandito da una memorabile colonna sonora, fece scalpore per avere raccontato in maniera glamour l’eroina.

Will Hunting – Genio ribelle

Anno: 1997
Genere: drammatico
Regia: Gus van Sant
Cast: Matt Damon, Ben Affleck, Robin Williams, Minnie Driver, Casey Affleck, Stellan Skarsgard

I “super amici” Matt Damon e Ben Affleck firmano la sceneggiatura di questo film di cui il primo è anche protagonista e per il quale verranno premiati anche ai premi Oscar. Nel cast anche un grandissimo Robin Williams, premiato anch’esso con l’Oscar come Miglior attore non protagonista. Will Hunting, proveniente da un quartiere proletario di Boston, è un giovane brillante, incapace però di tirarsi fuori dal contesto problematico in cui vive. Noterà il suo talento un professore di matematica illuminato.

The Truman Show

Anno: 1998
Genere: drammatico/fantascienza
Regia: Peter Weir
Cast: Jim Carrey, Ed Harris, Laura Linney, Noah Emmerich, Natascha McElhone, Holland Taylor

Il film che meglio di ogni altro ha anticipato il dilagare del reality in tv. Truman Burbank (interpretato da un Jim Carrey per la prima volta alle prese con un ruolo “serio”) è un tranquillo cittadino di Seahaven, isolotto che non ha mai lasciato. A sua insaputa, però, è anche il protagonista del più grande esperimento televisivo mai compiuto: sin dall’infanzia, infatti, la sua vita è ripresa e trasmessa all’interno di un seguitissimo show, mentre tutto quanto nella sua vita è fasullo, persino i suoi famigliari e amici, interpretati da semplici attori. A un certo punto, però, Truman comincia a sospettare che ci sia qualcosa di strano nel mondo che lo circonda.

 

 

 

Matrix

Anno: 1999
Genere: fantascienza
Regia: Larry & Andy Wachowski
Cast: Keanu Reeves, Carrie-Ann Moss, Laurence Fishburne, Hugo Weaving, Joe Pantoliano, Julian Arahanga

Chiude la rassegna dei migliori film anni ’90 questa pellicola destinata a rivoluzionare il cinema di fantascienza e a rimanere impressa nell’immaginario contemporaneo. In un futuro non troppo remoto, Thomas di giorno è un cittadino modello, mentre di notte agisce come hacker con lo pseudonimo di Neo. Sorvegliato dalla legge, un giorno Neo viene contattato da un’altra hacker di nome Trinity, che agisce per conto del misterioso Morpheus. Questi gli rivelerà una verità sulla reale natura del mondo che lo circonda troppo sconvolgente per essere accettata.