Oscar® 2020: le previsioni in rete e sui social sui film vincitori

Abbiamo fatto un giro in rete e sui social, consultando anche i principali siti di scomesse per capire chi sono i principali favoriti alla vittoria finale negli Oscar 2020. L'appuntamento, lo ricordiamo, è per domenica 9 febbraio in diretta su Sky Cinema Oscar a partire dalle 22.45 (canale 303)

Vai allo speciale Oscar 2020 Bafta 2020, ecco tutti i vincitori. FOTO

Quale sarà il film che trionferà a i prossimi Academy Awards? È questa la domanda che attanaglia tutti gli appassionati di cinema (e non solo), e la cui risposta si svelerà magicamente la notte di domenica 9 febbraio quando verranno consegnati gli Oscar® 2020 al Dolby Theatre di Los Angeles (diretta su Sky Cinema Oscar® - canale 303 a partire dalle 22.45). Naturalmente già impazzano le previsioni in rete e nei social e soprattutto tra i moltissimi scommettitori che hanno già preparato le proprie quote per le differenti categorie.

Facciamo il punto della situazione a pochi giorni dalla consegna degli Oscar.

I miglior film

Secondo le previsioni più accreditate, infatti, dopo aver trionfato ai Golden Globe e ai Bafta (gli Oscar Inglesi), sarà proprio 1917 di Sam Mendes a conquistare l’ambita statuetta per il miglior film. Subito dopo troviamo invece molta incertezza. Secondo e terzo gradino variano: chi vede Parasite di Bong Joon-ho (favoritissimo per la vittoria anche come Miglior film Internazionale), chi Quentin Tarantino con il suo C’era una volta in Hollywood. Stando alle ultime previsioni, Scorsese con il suo Irishman non uscirà certo a mani vuote da questo novantaduesimo appuntamento con l’Academy ma la maggior parte degli esperti in scommesse e previsioni potrebbe vincere dei premi  “cosiddetti” minori come per esempio il miglior montaggio e la migliore sceneggiatura non originale.

Miglior Attori

Discorso analogo ma con meno dubbi, quello invece riguardante il premio come miglior attore. Sembra, infatti, che Joaquin Phoenix sia destinato a vincere per la sua interpretazione di Joker nel film di Todd Phillips. La sua performance nei panni dell'uomo/clown annientato emotivamente, emarginato socialmente, travolto dalla sua stessa violenza, dovrebbe portare a Joaquin Phoenix, viste anche tra le altre le vittorie ai Golden Globe, ai Sag Awards e ai Bafta, il primo meritatissimo Oscar come miglior attore protagonista. Anche Adam Driver, regista, padre, e marito in crisi, in Storia di un matrimonio di Noah Baumbach potrebbe essere tra i vincitori ma un passo indietro rispetto a Phoenix. Anche Leo di Caprio per C’era una volta in Hollywood, rientra in questa ipotetica terzina dei favoriti.

Miglior Attrice

Anche la miglior attrice sembra essere già tra le mani di Renee Zellweger, principale interprete del film Judy diretto da Rupert Goold. Subito dietro ma con un ampio distacco dovrebbe esserci Scarlett Johansson per Storia Di Un Matrimonio.

Miglior Attori e Attrici non protagonisti

Anche la miglior attrice non protagonista si trova già sulla bacheca di Laura Dern, feroce avvocatessa in Storia di un Matrimonio, che le è già valso il Golden Globe e un Bafta e per il quale è anche la favorita dell'Oscar. Distaccata Scarlett Johansson per il film Jojo Rabbit di Taika Waititi. Idem come sopra per la controparte maschile, dove Brad Pitt potrebbe seriamente alzare la sua prima statuetta. Risultano dalle previsioni ben distanziati i principali concorrenti, quali Joe Pesci ed Al Pacino per The Irishman. Rivali che comunque non sono mai da sottovalutare.

Miglior Regia

Per la miglior regia dal punto di vista tecnico, le quote ci suggeriscono il doppio piano sequenza di 1917 di Sam Mendes ma non sottovalutano Bong Joon-ho, il regista sudcoreano di Parasite, probabile vincitore nella categoria come miglior film Internazionale.

Miglior Sceneggiatura

Lotta sostanzialmente aperta per quanto riguarda le migliori sceneggiature. Ben quotate sono quelle di C’era Una Volta a… Hollywood e Parasite. Per quanto riguarda le sceneggiature non originali, lotta tra Piccole Donne, film favorito che distanzia di poco The Irishman di Scorsese.