Oscar 2019, 5 cose da sapere su Richard E. Grant

Dai due traumi nell'infanzia/giovinezza alle amicizie "regali" con il Principe Carlo e Camilla Parker-Bowles

Oscar 2019, i migliori attori non protagonisti Richard E. Grant, le foto

Attore e doppiatore britannico, nato a Mbabane, nell'allora Swaziland britannico, il 5 maggio 1957, Richard E. Grant (nato Richard Grant Esterhuysen) ha ottenuto a 61 anni la sua prima nomination agli Oscar. Nella sezione miglior attore non protagonista, per il ruolo dello spiantato ex scrittore nel film «Copia originale».

I due traumi in tenera età


Figlio di Henrik Esterhuysen, Ministro dell'Istruzione del Protettorato dello Swaziland di origini africane, e di un'insegnante di danza di origini tedesche, l’attore ha studiato alla Primary School di St. Mark, un istituto riservato esclusivamente ai bambini della colonia britannica. In quel periodo, Grant è stato testimone dell’adulterio della madre con il migliore amico del padre, che, una volta scoperto tutto quanto, ha chiesto il divorzio. Si tratta del primo grande trauma per l’uomo, seguito, qualche anno dopo, dalla morte stessa del padre, deceduto nel 1982.

I primi passi


Successivamente l’attore ha studiato inglese e teatro all'Università di Cape Town, entrando a far parte della Space Theatre Company e iniziando a utilizzare il nome d'arte che usa tuttora. Poi si è trasferito a Londra, dove, grazie soprattutto alla somiglianza con l'attore Michael Denison, ha collezionato partecipazioni televisive in episodi di varie sitcom, telefilm e film polizieschi.

La stagione del cinema


Il debutto nel cinema, nello specifico, è datato 1987, con «Shakespeare a colazione» di Bruce Robinson, cui sono seguite pellicole come «Le montagne della luna», «Pazzi a Beverly Hills», «Il bacio del serpente», «Dracula» e «L’età dell’innocenza». Sono, però, stati soprattutto i ruoli da comprimario a fare la fortuna dell’attore, che, nella sua carriera, ha partecipato a oltre 50 film, tra cui «Ritratto di signora» di Jane Campion e appunto «Copia originale» di Marielle Heller.

La vita privata


Sul versante privato, Grant è sposato dal 1986 con l’attrice Joan Washington, che gli fece da insegnante per imparare l'accento inglese di Belfast per una parte che gli era stata affidata in un telefilm. Con lei ha avuto due figli: la prima è nata prematuramente, andando incontro alla morte, mentre la seconda è Olivia Grant, anche lei attrice.

Le curiosità


Grande amico del Principe Carlo e di Camilla Parker-Bowles (è stato invitato anche al loro matrimonio), ha quasi sempre portato al polso due orologi: uno che indica l'orario inglese e un altro - regalo del padre - che indica quello dello Swaziland.