ZeroZeroZero: presentata a Venezia la nuova serie tv Sky

Oggi alla Mostra del Cinema di Venezia, l'Italia torna protagonista fuori concorso con Zerozerozero, la nuova serie di Stefano Sollima, tratta dall'omonimo libro di Roberto Saviano.Qui un breve resoconto di quanto è stata detto durante la presentazione al pubblico della nuova produzione Sky che verra trasmesso prossimamnet su Sky Atlantic

ZeroZeroZero: La recensione dell'episodio 1 della serie tv tratta dal libro di Saviano ZeroZeroZero: La recensione dell'episodio 2 della serie tv tratta dal libro di Saviano ZeroZeroZero a Venezia 2019, 5 cose da sapere sul cast della serie tv ZeroZeroZero, le foto della nuova serie di Stefano Sollima

Il regista Stefano Sollima ritorna a lavorare su un romanzo di Roberto Saviano. Dopo Gomorra - la serie, arrivata alla sua quarta stagione e basata sull'omonimo libro dello scrittore napoletano, è la volta di ZeroZeroZero, la serie tv kolossal con la regia di Stefano Sollima, tratta dal suo romanzo-inchiesta uscito nel 2013, prodotta da Cattleya e Bartlebyfilm per Sky Studios, CANAL+ e Amazon Prime Video

Nella conferenza stampa di presentazione di Zerozerozero sono state le parole dello stesso Roberto Saviano a colpirci profondamente e a farci comprendere quanto sia importante l'aver prodotto questa serie. “Una serie che racconta “senza mai spettacolarizzare” come ha detto lo stesso scrittore, che descrive cosa c’è dietro il mercato della cocaina. “La coca arriva in Italia a 54000€ al chilo, con 10000€ di cocaina pura in Sudamerica diventi milionario. Da un chilo di coca pura ne ricavi circa 3000 dosi. La facilità con cui la coca viene venduta è incredibile. La legalizzazione potrebbe interrompere questa massa di guadagni infiniti, ma cambierebbe l’economia. Nel primo episodio il boss propone 27000€, quindi il prezzo americano. Il commercio di coca è l’unico equiparabile al petrolio”. Saviano aggiunge anche che la cocaina "andrebbe legalizzata,

Anche le parole del regista Stefano Sollima si intrecciano e rafforzano quelle pronunciate da Saviano. “La vita è continuamente influenzata dal traffico di cocaina, qualsiasi cosa che ci circonda potrebbe essere stata toccata dal fenomeno e questo ci ha portato a realizzare la serie.”

La messa in scena della serie è kolossal, "come anche il budget che è più che alto, e' oltre", ha detto Riccardo Tozzi di Cattleya, mentre Nicola Maccanico (Evp Programming Sky Italia) si è detto convinto che Zerozerozero per il suo impianto produttivo scriva "una pagina evolutiva della storia delle serie".

Sceneggiate da Leonardo Fasoli e Mauricio Katz, le otto puntate della serie sostate girate in America, Europa e Africa, in sei lingue, con riprese durate quasi un anno, la serie ha un cast internazionale con Andrea Riseborough, Dane DeHaan, Gabriel Byrne, Harold Torres, Giuseppe De Domenico, Adriano Chiaramida, Francesco Colella e Tcheky Karyo. Nella prima puntata si vede un capo 'ndrangheta nascosto sottoterra in Aspromonte: "Sono l'ultima classe dirigente disposta al sacrificio. A loro non interessa il denaro, ma il potere e per questo sono disposti a odio, solitudine, carcere. Per questo spesso hanno una religiosita' quasi mistica: i mafiosi sono - ha concluso Saviano - gli ultimi calvinisti del mondo".