L'Uomo sulla Strada, intervista a Lorenzo Richelmy e Aurora Giovinazzo

Cinema

Letizia Rogolino

@Ufficio Stampa Eagle

Il 7 dicembre arriva al cinema l’opera prima di Gianluca Mangiasciutti, L’Uomo sulla Strada con Lorenzo Richelmy e Aurora Giovinazzo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

 

Dopo l’anteprima nella sezione Panorama Italia di Alice nella città, L’Uomo sulla Strada arriva nelle sale italiane il 7 dicembre e abbiamo avuto il piacere di intervistare il regista Gianluca Mangiasciutti e gli interpreti principali, Lorenzo Richelmy e Aurora Giovinazzo. Questa opera prima è un thriller avvincente e spettrale in cui si incontrano e scontrano il senso di colpa e l’amore, un amore scomodo ma travolgente. Irene e Michele sono vittime di uno scherzo del destino che li spinge a cambiare e fare i conti con il passato per provare ad andare avanti e liberarsi dalla prigione che entrambi si sono costruiti nel presente.

L’Uomo sulla Strada: la sinossi ufficiale

approfondimento

Per lanciarsi dalle stelle, è uscito il trailer del film

Irene ha 8 anni quando assiste come unica testimone alla morte del padre per mano di un pirata della strada che scappa via. Perseguitata dal senso di colpa per non riuscire a ricordare il volto dell’assassino, Irene diventa una adolescente ribelle e introversa con l'unica ossessione di farsi giustizia. Abbandona la scuola e trova lavoro nella fabbrica di proprietà del glaciale e affascinante Michele che è proprio l'uomo che era al volante dell'auto. La ragazza sembra non riconoscerlo, lui invece non ha dubbi. Michele prova da subito un forte istinto di protezione verso la ragazza, che ben presto si trasforma in amore. Irene completamente all'oscuro inizia ad aprirsi e confidarsi proprio con l'uomo a cui sta dando la caccia. Mentre il cerchio si stringe attorno a Michele, qualcosa di inaspettato avviene…

Gianluca Mangiasciutti debutta sul grande schermo

GUARDA ANCHE

Tutti i video su cinema e film

Dopo diverse esperienze come assistente alla regia in progetti internazionali come Mission: Impossible III e alcuni cortometraggi, Gianluca Mangiasciutti si cimenta in un drama thriller per iniziare la sua avventura di regista per il cinema. “L’uomo sulla strada è una storia che non ha paura di addentrarsi nella profondità e nelle contraddizioni dell’animo umano. Che non ha paura di indagare istituti profondi dell’animo umano” ha detto il regista. Il soggetto di L’Uomo sulla Strada ha vinto il Premio Solinas - Storie per il Cinema e il film è stato realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e il patrocinio della Città di Torino, e prodotto da Roberto Proia per Eagle Pictures.

Aurora Giovinazzo e Lorenzo Richelmy

La forza di L’Uomo sulla Strada è sicuramente l’alchimia sulla scena dei due protagonisti interpretati da Lorenzo Richelmy e Aurora Giovinazzo. Quest’ultima, classe 2002, si è fatta notare dal grande pubblico con Freaks Out di Gabriele Mainetti, ma aveva recitato anche prima in alcuni prodotti televisivi e film come Immaturi e Immaturi - Il Viaggio. Di recente, prima de L’Uomo sulla Strada, l’abbiamo vista in Anni da Cane e aveva già avuto modo di lavorare con Mangiasciutti per un suo cortometraggio presentato alle Giornate degli Autori a Venezia 73. Figlio d’arte, Lorenzo Richelmy ha imparato il mestiere di attore a teatro con tante esperienze fin da bambino. Nel 2002 debutta al cinema nel film Il Pranzo della Domenica dei fratelli Vanzina e nel 2007 inizia il suo percorso nella fiction con un ruolo ne I Liceali, I Borgia, fino al ruolo principale nella serie tv internazionale Marco Polo che riscuote un enorme successo. Di recente lo abbiamo visto in film come Il Talento del Calabrone, Dolceroma o nella serie tv inglese Hotel Portofino.

Spettacolo: Per te