Ventotene Film Festival, torna il cinema d'autore sull'isola pontina

Cinema
ventotene

Ci saranno 50 proiezioni, 2 concorsi internazionali, 4 sezioni speciali. Uno speciale tributo alla memoria di Libero De Rienzo, la competizione dedicata ai giovani Open Frontiers Young, panel e incontri sulla storia d’Europa nell’anniversario del “Manifesto di Ventotene”. L’omaggio a Nino Manfredi nel centenario della nascita

 

Dal 23 luglio al 1 agosto 2021 si rinnova l’appuntamento con il VENTOTENE FILM FESTIVAL, l’iniziativa ideata e diretta da Loredana Commonara, arrivata alla XXVI edizione, che ancora una volta porta nella splendida isola pontina la migliore produzione italiana, i successi internazionali, panel e approfondimenti sulla storia del Carcere Borbonico di Santo Stefano-Ventotene e d’Europa in occasione dell'ottantesimo anniversario della nascita del “Manifesto di Ventotene”, il tutto all’interno di un’edizione che sposa i valori della sostenibilità ambientale.

Michela Cescon, Susanna Nicchiarelli, Louis Psihoyos, Francesco Taskayal, Salvatore Braca, Gaetano Ghiura
: questi e molti altri gli ospiti della dieci giorni caratterizzata, come nella migliore tradizione del Festival, da un forte respiro europeo, al fine di promuovere gli ideali di unità e condivisione con cui l’Unione Europea è nata e che affondano le proprie radici proprio nella storia di Ventotene e nel noto "Manifesto" redatto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, insieme con Eugenio Colorni e Ursula Hirschmann, durante il periodo di confino trascorso sull’isola.

Allo scopo di avvicinare i giovani a tali idee e per sottolineare la forte ragione sociale e culturale che l’evento ricopre sull’isola e non solo, il Ventotene Film Festival ospita nuovamente il concorso internazionale OPEN FRONTIERS: una selezione di film e documentari provenienti da tutto il mondo, valutati da artisti di chiara fama. A presiedere la giuria di quest’anno lo scrittore ANDRÉ ACIMAN, autore di Chiamami col tuo nome, da cui è stato tratto nel 2018 il fortunatissimo film diretto da Luca Guadagnino. In giuria anche il Maestro Francesco Taskayali e il giornalista di Libération Eric Jozsef. Il Maestro Taskayali sarà, inoltre, protagonista di uno speciale incontro dedicato al suo legame personale con i fatti raccontati nel reportage Purgatory at the sea, firmato dal Premio Pulitzer Ian Urbina (28 luglio, ore 22.00, Giardino Archeologico).

Da quest’anno la sezione speciale GREEN PATH diventa concorso internazionale, per film dedicati a ecologia, salvaguardia dell'ecosistema e del pianeta. In un'area marina protetta come quella di Ventotene, non poteva mancare un appuntamento volto a promuovere uno stile di vita più consapevole rispetto alle incredibili problematiche ambientali che stiamo affrontandoSarà il regista premio Oscar LOUIE PSIHOYOS a presiedere la giuria di questa importante competizione, formata dalla giornalista Emanuela Genovese e la regista Olivella ForestaPsihoyos sarà quindi ospite del Festival (31 luglio, ore 22.00, Giardino Archeologico), in un esclusivo incontro virtuale, moderato dal giornalista Mario Sesti, per approfondire importanti tematiche ambientali. Seguirà la proiezione del documentario prodotto da James Cameron, The Game Changers, di cui ha firmato la regia.

Si rinnova, inoltre, l’appuntamento con OPEN FRONTIERS YOUNG, il concorso coordinato dal professore Luigi Mantuano, dedicato ai cortometraggi interamente realizzati da studenti italiani (dall'ideazione al soggetto, dalla recitazione alla produzione). La giuria del concorso è presieduta dal giovane attore Giulio Pranno (protagonista degli ultimi due lavori di Gabriele Salvatores) e formata da un gruppo selezionato di studenti provenienti da tutta Italia.

Tra gli appuntamenti imperdibili di questa XXVI edizione figura l’incontro con Susanna Nicchiarelli (25 luglio, ore 22.00, Giardino Archeologico), moderato dal giornalista Pedro Armocida. In questa particolare occasione, la regista riceverà il Premio Vento d’Europa - Wind of Europe International Award, sotto l'Alto Patronato del Parlamento Europeo. A Michela Cescon, protagonista di un altro immancabile appuntamento del Festival (1 agosto, ore 22.00, Giardino Archeologico), andrà inoltre il Premio Julia Major, il riconoscimento dedicato alla figlia dell'imperatore Augusto, conferito a personalità femminili che si sono affermate nel cinema, nella musica, nella letteratura e nei diritti civili. All’incontro, moderato da Mario Sesti, seguirà la proiezione, in prima visione, di Occhi bluIl Festival, inoltre, ospiterà quest’anno uno speciale tributo a Libero De Rienzo, a seguito della tragica scomparsa.

Il fitto programma della XXVI edizione prevede 50 proiezioni distribuite in 3 fasce orarie e in due diverse location: alle 21:00 presso la sala Umberto Elia Terracini, alle ore 22:30 e 00:00 nel suggestivo giardino del Museo Archeologico di Ventotene. Tutti i dettagli relativi al programma sono disponibili al sito ufficiale: www.ventotenefilmfestival.com.

Il Ventotene Film Festival viene realizzato grazie al contributo del Ministero della Cultura MIC - Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, e del Comune di Ventotene.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.