X-Men, Hugh Jackman festeggia i 20 anni con un video backstage

Cinema

L’attore ha detto addio al personaggio di Wolverine nel 2017 e ora i fan attendono news sul futuro della saga

Hugh Jackman verrà sempre ricordato come il primo Wolverine. L’attore ha detto addio nel 2017 all’amato personaggio, che ha richiesto enormi sacrifici dal punto di vista fisico. Nel corso degli anni l’attore è diventato sempre più muscoloso, dovendo sopportare grandi carichi di lavoro in palestra e una dieta a dir poco intensa.

Come spesso affermato, amerà però per sempre il personaggio, che lo ha reso celebre in tutto il mondo. Per questo motivo ha voluto festeggiare i 20 anni dall’uscita del primo X-Men, giunto in sala a luglio del 2000. Per celebrare l’anniversario ha condiviso con i fan un breve ma esilarante video del dietro le quinte della pellicola. Il filmato è accompagnato da un post: “Quando gli studios mi chiamarono, mi chiesero se sarei stato in grado di mettermi in forma in tre settimane per il ruolo di Wolverine. Potrei aver esagerato con quella promessa, ma voi cosa avreste fatto?”.

approfondimento

Hugh Jackman sarà Enzo Ferrari nel biopic diretto da Michael Mann

Un film molto importante, che ha introdotto altri personaggi storici della saga Marvel, dal Professor X, interpretato da Patrick Stewart, a Magneto, che aveva il volto di Ian McKellen. Personaggi che nel tempo hanno visto le proprie storie intrecciarsi con quelle di una nuova generazione di attori. James McAvoy ha interpretato una versione giovanile del Professor X e, al tempo stesso, Michael Fassbender ha prestato il volto per un Magneto molto più giovane. Nessun cambiamento nel cast invece per Hugh Jackman, attualmente l’unico Wolverine della saga. Ciò si spiega grazie al fattore rigenerante del personaggio, che gli consente di restare quasi identico nel corso dei decenni.

Tutto questo però cambierà nel prossimo futuro, quando si deciderà di lasciare alle spalle quanto fatto. La Marvel sembra intenzionata a unire il piano narrativo degli Avengers a quello degli X-Men. Sarebbe però alquanto difficile tentare di creare un nuovo recasting, ignorando quanto fatto negli ultimi 20 anni. D’altra parte una nuova linea comune richiederà un gran processo di scrittura, allontanandosi da “X-Men: Dark Phoenix”, accolto da pubblico e critica in maniera alquanto critica. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.