Ritorno al futuro vs Ghostbusters, Barbara Tarricone sceglie il primo

Cinema
Barbara Tarricone

Barbara Tarricone

Nella sfida tra classici degli anni 80, “La Collezionista” di Sky Cinema sceglie il film di Robert Zemeckis. Insomma Marty, Doc e la Delorean battono gli Acchiappafantasmi

approfondimento

Ritorno al Futuro, il cast ieri e oggi: come sono cambiati gli attori

Io non ho dubbi. Il film che rimane nella Storia del Cinema e nel mio cuore è Ritorno al Futuro. L’idea alla base della pellicola è pazzesca ed era venuta a Bob Gale, sceneggiatore del film, insieme a Robert Zemeckis, ovvero compiere un viaggio nella Storia del proprio passato personale per scoprire cosa accade. Lo spunto a Bob venne rovistando a casa tra gli annuari del padre. Osservando la foto del genitore al liceo, Gale si chiese cosa sarebbero diventati se avessero avuto l’opportunità di incontrarsi. Insomma, come poi accade nel film, lo sceneggiatore era affascinato dalla possibilità di cambiare, mescolare magari “incasinare” il proprio passato.

E poi in Ritorno al futuro, c’è Michael J. Fox, assolutamente fantastico. E pensare che avevano girato gran parte del film con un altro attore: Eric Stoltz. Ma volevano Michale J. Fox. E per fortuna lo hanno avuto. E poi come dimenticare la Delorean? Si trattava di un’automobile che era appena uscita dal mercato, dopo essere stata un autentico flop commerciale. Ci hanno aggiunto alcuni accessori spaziali trovati nella San Fernando Valley e l’hanno trasformata in un oggetto di culto. E poi Ritorno al futuro è pieno di battute indimenticabile come “Hallo? C’è qualcuno in casa”, che peraltro fu improvvisata al momento dall’attore che interpreta il personaggio di Biff Tannen. Infine si tratta di una pellicola profetica, visto che ha previsto i televisori a schermo piatto, i google glasses. Insomma, scelgo Ritorno al futuro tutta la vita.

Spettacolo: Per te