Leclerc nel film di Lelouch: correrà a Montecarlo su una Ferrari

Cinema
©Getty

Charles Leclerc debutta come attore. Sarà protagonista del nuovo corto di Claude Lelouch

Tutti sembrano amare Charles Leclerc. L’immagine del pilota della Ferrari è ormai celebre nel mondo e ha da tempo superato i confini dell’universo della Formula 1. Lo dimostra il fatto che Claude Lelouch, grande regista francese, lo voglia per il suo nuovo lavoro. L’autore del famosissimo “Un uomo, una donna”, ha richiesto proprio il pilota della Ferrari, che salirà a bordo di una “rossa” italiana, anche se in versione stradale e non da pista, per girare una sorta di remake di un noto cortometraggio del 1976, dal titolo “C’etait un rendez-vous”. Un’esperienza nuova per Leclerc, protagonista di otto minuti, per un lavoro ripreso con camera car posta sul paraurti.

Un progetto che interessa particolarmente Lelouch, da sempre grande appassionato di auto da corsa. Fu proprio lui a mettersi alla guida nel corso del ’76, conducendo per le strade di Parigi la sua Mercedes 450 SEL. Otto minuti di filmato senza alcuno stacco, il che lo portò a girare in città senza alcuna tutela, bruciando i semafori rossi, senza mai interrompere la propria corsa. 

Leclerc in pista a Montecarlo

approfondimento

I migliori film di corse automobilistiche

Ben 44 anni dopo, Lelouch ci riprova. Stavolta però si fa da parte e lascia spazio a Charles Leclerc, pilota della Ferrari che lega la propria fama a svariati ambiti, da quello dei videogame al mondo della moda, essendo un modello per Armani. Domenica 24 maggio però farà il proprio debutto come attore.

Una data non scelta a caso, dal momento che domenica si sarebbe dovuto svolgere il Gp di Monaco, ovviamente cancellato a causa dell’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - I NUMERI ITALIANI: GRAFICHE). Al tempo il corto fece scandalo, essendo stato girato su strade aperte al traffico, senza alcuna tutela. L’idea era quella di proporre l’immagine di un protagonista in netto ritardo, che sfreccia per le vie di Parigi, all’alba, per raggiungere la propria fidanzata. Minuti da brividi, considerando come il tutto sia reale, tra semafori bruciati e sorpassi a 200 km/h.

La presentazione gli costò carissima, con arresto e ritiro della patente. Un video sparito dalla circolazione e apparso soltanto anni dopo nel mondo dei dvd. Il titolo del remake dovrebbe essere “Le Grand Rendez-Vous”. Stavolta però le cose andranno diversamente rispetto al passato. Le riprese, anche in questo caso senza alcuno stop, saranno realizzate in totale sicurezza. Leclerc non sarà mai messo in pericolo, correndo per le strade di Montecarlo, proprio nei tratti solitamente riservati al mitico circuito della Formula 1. Questi saranno chiusi al traffico per un totale di nove ore, per consentire le riprese del corto.

Stando alle ultime informazioni, Leclerc dovrebbe salire a bordo di una Ferrari SF90 Stradale. Si tratta di un modello molto importante per la casa italiana, essendo la prima ibrida prodotta, con spinta da un V8, per una potenza massima di circa 1000 Cv.

L’opera è stata richiesta dai Reali di Monaco, che hanno preso contatti con la Ferrari, rendendo tutto questo possibile. L’idea alla base di tutto ciò era quella di offrire un po’ di spettacolo, in questo periodo difficile, anche in assenza della Formula 1. 

Spettacolo: Per te