La mia banda suona il pop, la trama del film

La trama del film “La mia banda suona il pop” per la regia di Fausto Brizzi e con Christian De Sica, Massimo Ghini e Diego Abatantuono

Il 20 febbraio arriva nella sale cinematografiche “La mia banda suona il pop”, (la recensione del film) quindicesima pellicola diretta da Fausto Brizzi. La sceneggiatura è stata curata dallo stesso regista insieme a Marco Martani, Alessandro Bardani e Edoardo Falcone. Nel cast Christian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro, Paolo Rossi, Diego Abatantuono e Natasha Stefanenko. “La mia banda suona il pop” è stato girato a Roma e provincia, Praga e San Pietroburgo. Per l’occasione Fausto Brizzi è tornato a lavorare con Christian De Sica dopo il successo di “Poveri ma ricchi” e il sequel “Poveri ma ricchissimi”, usciti nel 2016 e nel 2017.  Inoltre lo stesso Brizzi ha curato il soggetto di “Amici come prima”, pellicola che ha segnato il ritorno della coppia Boldi-De Sica.

La trama di “La mia banda suona il pop”

La mia banda suona il pop” racconta la storia dei Popcorn, gruppo musicale famosissimo negli anni ‘80. I componenti Tony, Lucky, Micky e Jerry sono caduti in disgrazia e non hanno più ritrovato i fasti di un tempo. Il frontman Tony, cantante di matrimoni e battesimi, è stato appena scartato dall'Isola delle Meteore; la "regina" Micky conduce un programma di cucina e ha grossi problemi con l’alcool, il "ribelle" Lucky è diventato un placido ferramenta, mentre Jerry fa l’artista di strada. Così come avvenuto realmente per numerosi artisti famosi negli anni 80 e rilanciati da lunghi tour nell’Est, anche i Popcorn hanno la loro occasione. Il loro manager Franco (interpretato da Diego Abatantuono) viene contattato da Olga, donna di fiducia del magnate russo Ivanov. Quest’ultimo vuole organizzare una reunion dei Popcorn a San Pietroburgo. L’offerta è di 50 mila per ogni componente del gruppo. Inizialmente non accettano la proposta per i numerosi litigi ancora vivi nonostante gli anni trascorsi ma poi decidono di accettare ed esibirsi dal vivo per la prima volta dopo la loro rottura. Durante la preparazione dello spettacolo scoprono che Olga sta organizzando un grande colpo per svaligiare il caveau del magnate russo. La donna ha come piano quello di approfittare dell’esibizione dei Popcorn per derubare il suo il capo. I membri dei Popcorn scoprono il suo piano e vengono coinvolti prima come diversivo e infine come complici. I quattro vedono nel progetto criminale un potenziale salvifico per le vite di tutti. Che succederebbe quindi se provassero a rubarli loro quei soldi? Perché non tentare il colpaccio? Una commedia che strizza l’occhio ai cinepanettoni e racconta una storia di amicizia, di caduta e rinascita.

Il cast e le canzoni

I componenti dei Popcorn sono Christian De Sica, Massimo Ghini, Angela Finocchiaro e Paolo Rossi. Diego Abatantuono è il manager del gruppo, mentre nei panni di Olga c’è la sempre affascinante Natasha Stefanenko. Nel film c’è spazio anche per una comparsata di Sergio Rubini e un cameo di Tiberio Timperi. Per rendere ancora più realistica la storia dei Popcorn, Fausto Brizzi ha dato vita ad un lungo processo di preparazione con la sua troupe impegnata nel ricreare videoclip dell'epoca con protagonisti gli interpreti stessi. Inoltre le canzoni cantate dai Popcorn sono state composte dal maestro Bruno Zambrini in pieno stile “sanremese”.