Natale 2019, 6 film fantasy da vedere

Cosa c'è di meglio di un bel film fantasy durante le vacanze di Natale? Ecco 6 titoli semplicemente perfetti e semplicemente imperdibili!

La storia fantastica

Questo breve elenco dei film fantasy da vedere durante le festività natalizie non poteva non aprirsi con uno dei classici più amati di sempre, La storia fantastica (titolo originale The Princess Bride, anno di uscita 1987, regia di Rob Reiner, con Cary Elwes, Robin Wright, Mandy Patinkin, André the Giant, Chris Sarandon, Christopher Guest. Costretto a letto dall’influenza, il piccolo Jimmy vorrebbe giocare con i videogiochi, ma suo nonno decide che è meglio una storia, così gliene legge una. La storia narra le vicende di due giovani, il garzone Westley e la bellissima principessa Bottondoro, che si amano di “amore vero” ma che non possono stare insieme. Lui decide di tentare la fortuna in mare, ma non fa più ritorno, così lei, dopo ingenti pressioni, accetta di sposare il malvagio principe Humperdinck. Prima delle nozze, però, Bottondoro viene rapita, ma viene salvata dal pirata Roberts…che altri non è che Westley! Ovviamente le nozze saltano, cosa che fa infuriare Humperdinck. L’amore vincerà? Ma è chiaro! Indimenticabile la battuta clou dello spadaccino Iñigo Montoya: «Hola. Mi nombre es Iñigo Montoya, tu hai ucciso mi padre... preparate a morir!»

 

Labyrinth - Dove tutto è possibile

Altro classico targato anni Ottanta (1986 per la precisione, regia di Jim Henson), da vedere e rivedere. L'inquieta quindicenne Sara (Jennifer Connelly) si ritrova costretta a fare da babysitter al fratellino Toby, terrorizzato dal temporale. Per distrarlo, gli racconta la storia narrata nel suo libro preferito, The Labyrinth. E' la storia di una ragazza che ha ricevuto dei poteri speciali da Jareth (un imperdibile e indimenticabile David Bowie), il malvagio Re degli Goblin. Nel romanzo, la protagonista non sopporta più la sua vita, e desidera ardentemente che il suo fratellino sparisca. Peccato che a sparire è Toby! Ma cosa è successo? Immedesimatasi con la giovane di The Labyrinth, Sara involontariamente ha invocato gli gnomi chiedendo loro di portare via il bambino. A quel punto, sarà costretta ad addentrarsi nel misterioso labirinto per salvarlo, e durante questo folle viaggio incontrerà una serie di bizzarri personaggi, alcuni dalla sua parte, altri dalla parte del mefistofelico Jareth...

 

Il Signore degli Anelli

In questo caso non si tratta di un singolo film, bensì di una trilogia, come sanno anche i sassi. I tre film – La compagnia dell’Anello, Le due torri, Il ritorno del re, regia di Peter Jackson – sono il decisamente riuscito adattamento cinematografico del romanzo fantasy per eccellenza, The Lord of The Rings di J.R.R. Tolkien. Non c’è molto altro da aggiungere, anche perché si tratta di una saga nota in tutto il mondo, ma è d’obbligo fare un paio di raccomandazioni. La prima è: se riuscite, guardate le versioni integrali. La seconda è: se guardate le versioni integrali, e se decidete di vedere i film uno dietro l’altro, preparatevi a una maratona che vi terrà impegnati tutto il giorno o tutta la notte!

 

Ladyhawke

Il film del 1985 diretto da Richard Donner (nel cast Rutger Hauer, Michelle Pfeiffer e Matthew Broderick) è una romantica e malinconica fiaba. Medioevo, Francia. Il vescovo-signore di un piccolo borgo è un uomo dall’animo corrotto e malvagio invaghito di Isabeau d’Anjou, fidanzata ufficialmente con il capitano delle guardie, Etienne Navarre. Per vendicarsi di questo amore non corrisposto, il signorotto lancia una maledizione sulla coppia: Etienne è condannato ogni notte a trasformarsi in un lupo, mentre Isabeau è condannata a trasformarsi ogni giorno in un falco. I due, dunque, sono condannati a non stare mai più insieme in forma umana. Un giorno, il cavaliere incontra Philippe, detto “il topo”, un ladruncolo che è riuscito a evadere di nascosto dalle prigioni del castello vescovile, e lo salva dai soldati di pattuglia. Da quel momento, Philippe diventerà il compagno di viaggio di Etienne e Isabeau. Un giorno, però, Isabeau in forma animale viene ferita da una freccia: per salvarla, Philippe la porta dal monaco Imperius, un mago ubriacone ma saggio. Isabeau si salva per miracolo, ma intanto Etienne fronteggia il crudele vescovo e lo uccide. Un’eclissi solare rompe finalmente la maledizione: finalmente i due amanti possono tornare l’uno nelle braccia dell’altra.

 

Harry Potter

Il maghetto più famoso del mondo non ha bisogno di grandi presentazioni. Tutto ha inizio con il primo libro della saga letteraria creata dalla scrittrice inglese J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, uscito nel 1997. Il primo film esce nel 2001, e, proprio come l’omoniamo romanzo, è un successo planetario. Seguono altri sette film: Harry Potter e la camera dei segreti (2002), Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (2004), Harry Potter e il calice di fuoco (2005), Harry Potter e l'Ordine della Fenice (2007), Harry Potter e il principe mezzosangue (2009), Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 1 (2010), Harry Potter e i Doni della Morte - Parte 2 (2011). Come per Il Signore degli Anelli, anche qui sarebbe d’obbligo la maratona, e anche qui sarà bene prepararsi per tempo, visto che ci vorrà tutto il giorno!

 

La storia infinita

Chiudiamo con uno del film fantasy più amati di sempre: La storia infinita (titolo originale Die unendliche Geschichte, una delle produzioni tedesche più costose, e di successo, di sempre, regia di Wolfgang Petersen). E non importa se l’avete già visto quindici volte e se sapete le battute a memoria: La storia infinita si ri-guarda sempre a Natale, a prescindere da qualsiasi cosa! Il viaggio di Bastian, che si ritrova a vivere quasi in prima persona gli avvenimenti e che, alla fine, si deve scontrare con il terrificante Nulla, è un vero e proprio omaggio all’infanzia e alla fantasia. Questo classico datato 1984 e ancora attualissimo è semplicemente il film di Natale per eccellenza. Cosa state aspettando? Mettetevi comodi e lasciatevi catturare dall’incredibile storia del coraggioso Atreyu, dell’Imperatrice bambina, del FortunaDrago Falkor, del MordiRoccia e dell’inquietante Gmork.

 

Bonus d'animazione (in stop-motion, per la precisione):

The Nightmare before Christmas

Questa intramontabile fiaba cinematografica uscita nel 1993 è un classico perfetto sia per Halloween sia per Natale. Diretto da Henry Selick, ideato e prodotto da Tim Burton, (The) Nightmare Before Christmas è realizzato con la tecnica dello stop-motion (tecnica che prevede l'utilizzo di pupazzi mossi a mano dagli animatori di fotogramma in fotogramma). Il protagonista della storia è Jack Skeletron (Skellington nell'originale), leader del Paese di Halloween e re delle Zucche, follemente intenzionato a portare il Natale (una festa degli umani finora sconosciuta agli abitanti del Paese di Halloween) nella sua mostruosa città. Per raggiungere il suo obiettivo arriva addirittura a rapire il povero Babbo Natale, ma la situazione prende immediatamente una brutta piega e diviene impossibile da gestire: gli abitanti della cittadina, infatti, non riescono a preparare i giochi che i bambini hanno richiesto, e il Natale si rivela per molti un vero incubo! Al povero Jack non resterà altro da fare se non tentare di trovare il modo di rimettere le cose al posto giusto e riportare tutto alla normalità: ci riuscirà?