91 anni di Mickey Mouse: 10 cose da sapere su Topolino

Il 18 novembre del 1928 veniva ufficialmente presentato al grande pubblico nel cortometraggio animato Steambot Willie un personaggio che ormai fa parte della storia e dei riferimenti culturali di tutti noi: Mickey Mouse . Creato dal geniale Walt Disney , fondatore di un vero e proprio impero dell'intrattenimento, Topolino è diventato in breve tempo un'icona a livello mondiale. Ecco 10 curiosità su di lui.

10 cose da sapere su Topolino

Dove trasse ispirazione Walt Disney per il personaggio di Topolino? Dalla realtà, precisamente dal suo passato. Ancora più precisamente, dal topolino domestico da compagnia che aveva avuto da bambino. Inoltre, inizialmente Mickey Mouse si sarebbe dovuto chiamare Mortimer (forse il nome del suddetto animaletto?), ma Lillian, la moglie di Disney, convinse il marito da scegliere un nome più accattivante...per fortuna!

Il compleanno ufficiale di Mickey Mouse è il 18 novembre del 1928. Fu proprio in quel preciso giorno che Topolino fece la sua prima apparizione pubblica, precisamente nel cortometraggio d'animazione Steambot Willie. Insieme a lui debuttò anche Minnie, la sua compagna di una vita. In realtà, però, il primissimo corto in cui i due comparvero insieme è Plane Crazy, corto che, però, all'epoca non fu distribuito.

Le prime parole pronunciate da Mickey Mouse in un cartone animato sono state "Hot dog! Hot dog!" nel cortometraggio d'animazione edl 1929 The Karnival Kid. Lì Topolino era, per l'appunto, un venditore di hot dog a una fiera di paese.

Topolino è stato il primo personaggio d'animazione ad avere la propria stella sulla Walk of Fame a Hollywood, Los Angeles. Il riconoscimento gli venne dato il 18 novembre del 1978, in occasione del suo cinquantesimo compleanno. Un regalo sicuramente molto gradito!

Se vi siete chiesti come mai Mickey Mouse indossa dei guanti bianchi, la risposta a questa domanda la troverete andando indietro, precisamente all'anno 1929. All'epoca le tecniche di animazione erano molto meno sviluppate e raffinate rispetto a oggi, così, per evitare che le mani di Topolino, che all'epoca non indossava nessuna casacca, non si vedessero o si confondessero col suo corpo, Disney decise di fargli indossare i famosi guanti bianchi. E sempre a proposito delle sue mani: il fatto che abbia solo 4 dita non è casuale. Questa precisa scelta fece risparmiare parecchio tempo, dunque parecchie migliaia di dollari, ai disegnatori e agli animatori. Il potere di un dito!

 

via GIPHY

 

Mickey Mouse è uno dei nomi più comuni sulle schede elettorali statunitensi (e non solo, immaginiamo!), cosa che fa di lui uno dei candidati più votati di sempre! D'altronde, non si fa fatica a trovarlo più serio e affidabile di tanti politici in carne e ossa...

Tutte le persone che indossano ufficialmente il costume di Mickey Mouse per interpretarlo nei vari Disney World sparsi per il globo devono imparare alcune mosse chiave note come "Mickey's signature", cioè una serie di gesti e movimenti caratteristici del personaggio, in modo da darne una rappresentazione coerente e uniforme ovunque.

Anche Mickey Mouse ha avuto i suoi momenti difficili. Nella striscia animata del 1930 Mr Slicker and the Egg Robbers, Topolino, erroneamente convinto che Minnie l'abbia tradito, prova a suicidarsi in svariati e assurdi modi, ovviamente senza riuscirci. Alla fine, però, quando sembra essere vicino alla realizzazione del suo obiettivo, gli animali del bosco si riuniscono attorno a lui e lo convincono a desistere. Decisamente toccato dal loro intervento, Topolino decide di usare per qualcosa di decisamente meno tragico la corda con la quale avrebbe dovuto impiccarsi, e costruisce un'altalena. Non ci sono più le storie di una volta!

Il primo lungometraggio a cui Topolino ha preso parte è stato il meraviglioso Fantasia, uscito nel 1940. Lì, come sapranno benissimo i fan dei lavori di Walt Disney, Mickey Mouse è il protagonista del segmento L'apprendista stregone (di Paul Dukas, basato sull'omonima ballata di Goethe del 1797). Topolino interpreta il giovane apprendista del potente stregone Yen Sid. Rimasto solo, un giorno prova a realizzare alcuni dei trucchi magici del suo maestro, ma la situazione gli sfugge di mano in breve tempo, con conseguenze a dir poco catastrofiche! Un classico nel classico! Nb: proprio in questa occasione, Mickey Mouse è andato incontro a un restyling decisamente notevole, restyling che lo ha portato a diventare il personaggio che conosciamo oggi.

In Chi ha incastrato Roger Rabbit? Topolino compare on screen insieme a Bugs Bunny, star della Warner Bros. Due star d'animazione di dimensioni a dir poco epiche. Onde evitare di fare torto a qualcuno, al momento della firma dei contratti venne inserita una clausola in cui veniva detto chiaramente che M.M. e B.B. avrebbero avuto lo stesso screentime e la stessa quantità di dialoghi. Tutti contenti.