5 curiosità su Robert De Niro

Alcune intriganti curiosità su uno dei più grandi attori di tutti i tempi, Robert De Niro, al cinema con The Irishman di Martin Scorsese

Robert De Niro è uno di quegli attori che non richiederà mai alcuna presentazione. Anche chi non avesse mai visto uno dei suoi film saprà di certo di chi si sta parlando. Avrà in mente alcune frasi divenute cult e qualche frame di alcuni capolavori del cinema da lui interpretati. Nel 2019 i suoi fan potranno riapprezzarlo al cinema o in Tv, in un cast stellare come quello di The Irishman, diretto da Martin Scorsese con Al Pacino e Joe Pesci. Per quanto lo si possa conoscere sullo schermo però ci sono ancora alcune curiosità che in molti ignorano. Ecco le più intriganti.

Lezioni di recitazione

Il suo percorso come attore ha avuto inizio negli anni ’60, quando era ancora uno studente. Ha frequentato la prestigiosa scuola di recitazione dell’Actor Studio, rinomata in tutto il mondo. È qui che ha gettato le basi per il suo stile inconfondibile, apprendendo il metodo Stanislavskij. Un talento purissimo, il che fu chiaro a tutti fin da subito. Basti pensare che il suo film d’esordio, realizzato nel 1963 e giunto in sala nel 1969, fu Oggi sposi, per la regia di Brian De Palma. Appena cinque anni dopo la sua carriera spiccò il volo grazie al ruolo di Don Vito Corleone (da giovane) ne Il Padrino – Parte II.

Vita privata

Svariati alti e bassi quando si tratta della sua vita privata. De Niro è stato sposato per 12 anni con Diahnne Abbott, dalla quale divorziò nel 1988. Nel 1995 fu al fianco di Touki Smith, con la quale non arrivò all’altare, cosa che invece fece nel 1997 con Grace Hightower, per poi separarsi due anni dopo, senza divorziare. Nel 2004 la coppia ha rinnovato i propri voti, per poi separarsi definitivamente nel 2018. Tre unioni e sei figli: Drena, che ha adottato, Raphael dal primo matrimonio, i gemelli Julian Henry e Aaron Kendrick avuti da madre surrogata, e infine Eliott e Grace, con quest’ultima a sua volta da madre surrogata.

Vita da cameriere

Quasi tutti i grandi attori hanno lavorato come camerieri in gioventù. Un modo per mantenersi, incontrare persone nuove e ascoltare storie. Anche Robert De Niro lo ha fatto e, nel corso di un’intervista al David Letterman Show, ha raccontato d’aver fatto il cameriere al party per l’uscita al cinema de Il laureato, film che ha di fatto lanciato la carriera di Dustin Hoffman nel 1969. Racconti così lontani nel tempo, legati al tempo in cui viveva a Little Italy, dove erano soliti chiamarlo Bobby Milk, perché di carnagione molto chiara, come il latte.

Le sue origini

È facile capire, grazie al suo cognome, come le sue origini siano italiane. Dal 2006 è inoltre divenuto a tutti gli effetti un cittadino italiano. Limitarsi al Bel Paese però sarebbe riduttivo. Nel suo sangue scorre un sangue ricco di culture europee. Basti pensare alle origini irlandesi del padre e quelle olandesi, francesi, inglesi e tedesche della madre.

Il rapporto con Martin Scorsese

Un rapporto speciale lega De Niro e Martin Scorsese. Svariati i film di grande successo girati insieme. I due si conoscono da tantissimi anni e non di certo grazie al mondo del cinema. Sono infatti cresciuti nello stesso quartiere. Da bambini si vedevano spesso in giro per le strade. Fu così una grande sorpresa ritrovarsi fianco a fianco nel 1972 per Mean Streets, l’uno come regista e l’altro come attore provinante.