Sophia Loren compie 85 anni: i film da vedere su Sky Cinema Collection

Il 20 settembre Sophia Loren compie 85 anni. Per l’occasione, Sky Cinema Collection celebra da venerdì 20 a venerdì 27 settembre l’amatissima attrice italiana. Tra i titoli: IERI, OGGI, DOMANI, MATRIMONIO ALL’ITALIANA e UNA GIORNATA PARTICOLARE.

Sophia Loren: le foto di ieri e di oggi

Essere diva, essere una grande attrice, essere una grande donna. Tre equilibri difficili da trovare nel mondo dello spettacolo se non ti chiami Sophia Loren. Sì perché, diciamolo con franchezza, bisogna avere una tempra rara ed unica per essere, ancora oggi, all’alba del 85esimo compleanno una divina nella vita, la regina incontrastata del cinema italiano e una delle stelle più brillanti del firmamento di Hollywood. Quello che colpisce della Loren è la sua abnegazione ferrea, la sua maniacale precisione d'attrice, la cortina di silenzio che ha sempre saputo frapporre tra sé e il suo pubblico pur restando calorosa e alla mano nelle apparizioni. Insomma una vera regina, forse l’ultima. Sicuramente la più grande.

Per questo motivo, l’appuntamento degli 85 anni per Sophia Loren ( il 20 settembre) resterà, ne siamo sicuri, uno di quelle “giornate particolari” da ricordare per lei e di festa per noi che non ci stancheremo mai di ringraziarla per averci donato così tanto nel corso della sua lunga carriera. Per festeggiare il compleanno di Sophia Loren, Sky Cinema Collection celebra l’attrice italiana di fama mondiale, che durante la sua lunga e strabiliante carriera ha ottenuto 2 Oscar® e 5 Golden Globe, tra cui quelli alla carriera, e poi 1 Grammy Award, la Coppa Volpi a Venezia, il Prix d'interprétation féminine a Cannes, un BAFTA, 10 David di Donatello e 3 Nastri d'argento, l'Orso d'oro e il Leone d'oro alla carriera. Da venerdì 20 a venerdì 27 settembre quindi è possibile rivederla in alcuni dei film più celebri che la vedono protagonista. Tra questi anche alcuni film che la vedono recitare al fianco di Marcello Mastroianni: la commedia a episodi di Vittorio De Sica IERI, OGGI, DOMANI, premiata con l’Oscar® come miglior film straniero; quella tratta da un’opera di Eduardo De Filippo MATRIMONIO ALL'ITALIANA, anch’essa diretta da De Sica; il film di Renato Castellani QUESTI FANTASMI con Vittorio Gassman; il celebre melodramma di Vittorio De Sica, sceneggiato da Cesare Zavattini e Tonino Guerra, I GIRASOLI; e il capolavoro di Ettore Scola, Golden Globe per il miglior film straniero, UNA GIORNATA PARTICOLARE. Non mancano celebri pellicole in cui la troviamo al fianco di star hollywoodiane e internazionali: C'ERA UNA VOLTA con Omar Sharif, in cui Francesco Rosi rilegge il mito di Cenerentola nella Napoli del Seicento; IL VIAGGIO con Richard Burton, melodramma che segna l’ultima regia del maestro Vittorio De Sica; il film d’avventura con Frank Sinatra e Cary Grant, ORGOGLIO E PASSIONE, ambientato nella Spagna del 1810 e il thriller CASSANDRA CROSSING con Burt Lancaster, Richard Harris e Ava Gardner. Infine, completano la programmazione: la prima trasposizione cinematografica dell'opera di Verdi AIDA, la divertente commedia con Alberto Sordi DUE NOTTI CON CLEOPATRA, la produzione italo-franco-iberica, ambientata nella Parigi di fine Settecento MADAME SANS-GÊNE, e la commedia grottesca di Mario Monicelli LA MORTADELLA con Gigi Proietti e Danny DeVito. La programmazione è arricchita dal documentario, prodotto da Cinecittà in collaborazione con Sky Cinema, SOPHIA IERI, OGGI, DOMANI che racconta l’attrice attraverso i suoi film più significativi, immagini del repertorio Luce e l'intervento di nomi illustri del cinema internazionale come Woody Allen, Claude Chabrol, Ettore Scola, Dino Risi, Francesco Rosi e Lina Wertmüller. Disponibile on demand nella collezione SOPHIA LOREN

Gli inizi della carriera

La vita di Sophia Loren è ormai entrata nella leggenda, fin dall'infanzia stentata a Pozzuoli alla ferrea mamma Romilda che la vede come il riscatto delle occasioni perdute (doveva andare a Hollywood ma rimase incinta), dai primi passi sui rotocalchi e nei fotoromanzi fino al Premio Miss Eleganza creato per lei al concorso di Miss Italia nel 1950. Strana cosa per un’attrice che, pur incarnando (soprattutto nel fisico da maggiorata), una “napoletanità popolare e assolutamente verace, era nata a Roma, figlia del marchese siciliano Riccardo Scicolone Murillo, che riconobbe la bimba ma non sposò mai Romilda. Le tappe della sua carriera sono cosa nota: dapprima una quindicina di piccoli ruoli a fianco dei mostri sacri dell'epoca (memorabile la sua apparizione in "Due notti con Cleopatra".

L'incontro con Carlo Ponti

E' il concorso di bellezza che la fa notare al produttore Carlo Ponti con il quale la Loren firmerà un contratto di esclusiva nel 1951: sette anni per diventare una diva internazionale prima col nome di Sofia Lazzaro e poi come Sophia Loren. Il primo film che farà storia è "Carosello napoletano" di Ettore Giannini (1954) poi a fianco di Totò in "Tempi nostri" (Alessandro Blasetti) e infine con il suo vero pigmalione, Vittorio De Sica, in "L'oro di Napoli" e con il suo partner irripetibile, Marcello Mastroianni in "Peccato che sia una canaglia" ancora di Blasetti.

Sophia a Hollywood

Dal successo italiano ad Hollywood Per la Loren l’anno di svolta è il 1954. Da questa data, infatti, si definisce sempre di più il suo personaggio che da semplice maggiorata, diventa il simbolo di una italianità ritrovata che piace soprattutto all’estero. Prova ne è la copertina di "Life" che la incorona come emblema della bellezza mediterranea nel mondo. Sarà poi la relazione con Carlo Ponti che nel frattempo convive con lei dando scandalo perché' non può divorziare dalla prima moglie secondo la legge italiana) ad aprirgli le porte di Hollywood dove troverà partner come Cary Grant Frank Sinatra, John Wayne, William Holden, Tony Perkins e perfino Marlon Brando.

Il ritorno in Italia

Nonostante il successo internazionale, è tornando a casa che ottiene la consacrazione mondiale attraverso anche due grandi amici e attori. Il primo è Vittorio De Sica che le fu maestro e che la portò all'Oscar per "La ciociara" (1962) e il secondo è Marcello Mastroianni con cui fece coppia fissa in ben 15 film. I tre si ritrovarono tutti insieme sul set di "Ieri, oggi, domani" del '63 e portarono il film fino all'Oscar per il miglior film straniero e poi in "Matrimonio all'italiana" dell'anno successivo. La lista dei suoi film indimenticabili è lunghissima ma un capitolo a parte meriterebbe "Una giornata particolare" del 1977 quando Ettore Scola la rimise a fianco di Mastroianni per quello che resta forse il più bel film sul fascismo nella storia del cinema italiano.

I premi vinti

Molto lunga è la lista dei premi conquistati dalla Loren nella sua carriera: dall'Oscar alla carriera del 1991 ai sei David di Donatello, dalla Coppa Volpi del 1958 ("Orchidea nera" di Martin Ritt) alla Legion d'onore del '91, dall'Orso d'oro del '94 al Leone d'oro alla carriera del '98. Ma i riconoscimenti sono talmente tanti che nel 2009 e' entrata nel Guinness dei primati come l'attrice italiana più premiata di sempre.

La vita privata

Se la sua vita privata è sempre stata improntata alla massima riservatezza (moglie esemplare, madre felice di Carlo Jr. e Edoardo, nonna di quattro nipotini), quella pubblica è stata burrascosa: dall'accusa di concubinato per la sua storia d'amore con Carlo Ponti al cambio forzato di cittadinanza (divenne francese per poter sposare l'uomo della sua vita), dalle accuse di evasione fiscale in cui difese a spada tratta il marito seguendolo nell'esilio americano fino all'arresto per frode finanziaria che le costò 17 giorni di prigione a Caserta salvo poi essere interamente scagionata nel successivo giudizio penale.