Blinded by the Light: il trailer del film

Arriva anche nelle sale italiane “Blinded by the light”, il film ispirato ai testi e alla musica di Bruce Springsteen

Esce in tutti i cinema italiani giovedì 29 agosto “Blinded by the Light - Travolto dalla musica”, film indipendente scritto e diretto da Gurinder Chadha e ispirato alle canzoni di Bruce Springsteen. Presentato al Sundance Festival, il film è basato sul racconto autobiografico di Sarfraz Manzoor, giornalista del The Guardian, grande appassionato della musica del Boss. “Blinded by the Light” è prodotto da Bend It Films, Ingenious Media, Levantine Films ed è distribuito da Warner Bros Italia.

Blinded by the light: tutto sul film

Il film è ambientato nel 1987 e racconta la storia di Javed Khan, un adolescente inglese di origini pakistane che vive a Luton. Qui, per sfuggire all’intolleranza razziale del periodo e alla pressione di genitori troppo tradizionali e conservatori, passa il tempo scrivendo poesie sul suo diario. Un giorno, Roops, un suo compagno di classe gli fa scoprire la musica di Bruce Springsteen e il ragazzo scopre che le storie raccontate nei testi di quelle canzoni lo rappresentano. Il Boss sembra dare voce a tutte le sue sensazioni e Javed trova il coraggio per emanciparsi finalmente dalla sua famiglia. Grazie anche all’appoggio della sua insegnante di lettere, il ragazzo capisce che vuole scrivere nella vita e che per farlo deve lasciare la sua città e inseguire il suo sogno.

Blinded by the Light - Travolto dalla musica” è tratto da “Greetings From Bury Park: Race, Religion and Rock 'n Roll”, libro autobiografico scritto da Sarfraz Manzoor, scrittore e giornalista pakistano emigrato in Gran Bretagna negli anni Settanta e fan sfegatato di Bruce Springsteen. Lo stesso Boss aveva apprezzato molto il libro di Manzoor e ha approvato anche la sceneggiatura del film. “Blinded by the Light” ha vinto la 49a edizione del Giffoni Film Festival nella sezione Generator +13.

Piccola curiosità: “Blinded the Light” è il primo brano del primo album di Bruce Springsteen, “Greetings from Asbury Park, N.J.”, pubblicato nel 1973.

Blinded by the light: regia e cast

A dirigere “Blinded by the Light”, Gurinder Chadha, regista britannica di origini indiane che si è già fatta apprezzare con “Sognando Beckham” e “Matrimoni e pregiudizi”. Chadha - grande fan di Bruce Springsteen - ha anche scritto la sceneggiatura, insieme a Manzoor e Paul Berges.

A interpretare il giovane Javed c’è Viveik Kalra, ventunenne attore inglese di origini indiane. Completano il cast, Kulvinder Ghir, Meera Ganatra, Nell Williams, Aaron Phagura, Hayley Atwell e Dean-Charles Chapman.

La colonna sonora del film è composta da dodici canzoni di Bruce Springsteen, concesse dallo stesso cantautore. In più, due chicche: una versione acustica di “Darkness on the Edge of Town” e il brano “I’ll stand by you always”, scritto dal Boss nel 2001 per “Harry Potter e la pietra filosofale” che però all’ultimo, per volere di J.K. Rowling, non era stato inserito nel film.

“Blinded by the Light” è un film musicale per famiglie, che piacerà non solo ai fan di Springsteen ma anche a chi ha a cuore i temi presenti nelle sue canzoni: dall’antirazzismo alla rivolta sociale, dalla fiducia nei propri sogni alla sete di libertà e indipendenza.