First Man, storia del primo uomo sulla Luna

Ryan Gosling in First Man - Il primo uomo
Ryan Gosling in First Man - Il primo uomo

Domenica 21 luglio alle 21.15 su Sky Cinema Due prima tv d’eccezione con la più recente pellicola di Damien Chazelle, premiata agli Oscar per i Migliori effetti speciali, con Ryan Gosling e Claire Foy nei panni dell’astronauta Neil Armstrong e di sua moglie Janet.

Ci sono imprese straordinarie che meriterebbero di essere raccontate all’infinito. Una di queste è senza dubbio l’allunaggio il 20 luglio 1969 della missione nota come Apollo 11. Proprio il percorso che ha portato Neil Armstrong a essere il primo uomo a metter piede sulla Luna è al centro di First Man – Il primo uomo, pellicola di Damien Chazelle in onda in prima visione tv domenica 21 luglio alle 21.15 su Sky Cinema Due, in occasione dei 50 anni dall'impresa.


Il regista noto per Whiplash e per il premiatissimo La La Land è andato sul sicuro, in quanto al cast, arruolando per la sua “incredibile missione” dei veri e propri fuoriclasse come Ryan Gosling (con cui aveva già collaborato proprio in La La Land) nel ruolo di Neil Armstrong, Claire Foy in quello della moglie Janet e altri bravissimi comprimari come Corey Stoll, Pablo Schreiber, Jason Clarke e Kyle Chandler.


First Man ripercorre le tappe principali che portarono Armstrong sulla Luna, a partire dalla tragica morte della figlia e al susseguente arruolamento nella NASA, fino al comando della missione Apollo 11, passando per la tragica fine dell’equipaggio dell’Apollo 1 e per l’incidente a cui sopravvisse lo stesso Neil.


La cronaca degli eventi fatta da Chazelle è volutamente asciutta e scevra di epicità. Scelta senza dubbio azzeccata, perché una simile impresa è già carica di suo di risvolti emotivi e cercare di accentuarli avrebbe comportato il rischio di scivoloni nella retorica.

First Man - Il primo uomo è stato candidato per ben quattro premi Oscar e ha vinto la statuetta per i Migliori effetti speciali. Fra gli altri riconoscimenti concessi alla pellicola di Chazelle figura anche un Golden Globe per la Miglior colonna sonora originale.