La mia vita con John F. Donovan: trama, trailer e cast del film

Ricco cast per il dramma di Xavier Dolan, che segna il suo esordio a Hollywood. Protagonista della pellicola è Kit Harington, che si lascia alle spalle Game of Thrones

A partire dal 27 giugno 2019 uscirà nelle sale italiane il nuovo film con protagonista Kit Harington, ormai ex Jon Snow di Game of Thrones. Si tratta di La mia vita con John F. Donovan, una pellicola drammatica della durata di 123 minuti, diretta da Xavier Dolan.

La mia vita con John F. Donovan: la trama

Una profonda analisi quella proposta da Xavier Dolan, che propone al pubblico quelle che sono tematiche particolarmente care alla sua filmografia. Da uno sguardo all’infanzia, attraverso le sue fasi, fino all’omosessualità, passando per il rapporto delicato tra madre e figlio.

Seppur drammatico, il film propone svariati momenti satirici, ruotando intorno alla figura di John F. Donovan, stella della tv americana, che si ritrova a vivere un momento difficile per la propria carriera. Si ritrova così a dare il via a uno scambio di lettere con un suo appassionato fan inglese. Sogna di riuscire a fare l’attore un giorno e, con l’ingenuità di un 11enne, rivela tutte le proprie speranze e ambizioni al suo diolo. Il piccolo Rupert Turner gli apre il proprio cuore, sentendosi libero di poter condividere qualsiasi dettaglio. Più scava dentro di sé però più è evidente che nasconda un segreto.

Il giovane non perde neanche un’apparizione di Donovan in tv e ha la camera tappezzata di suoi poster. È deciso a mandare avanti questa corrispondenza, che non viene rivelata a nessuno. Anche sua madre, Sam, ne viene tenuta all’oscuro. Dopo ben 10 anni il 21enne Turner è riuscito nel proprio intento. È divenuto un attore e, nel corso di una lunga intervista, ripercorre tutti gli eventi che hanno portato alla morte del suo idolo, amico e mentore.

La mia vita con John F. Donovan: il cast

Un cast particolarmente ricco, per quello che è il film d’esordio a Hollywood del regista canadese Xavier Dolan. Nato nel 1989 a Montréal, ha vinto il Premio della giuria al Festival di Cannes nel 2014, grazie al film Mommy. Due anni dopo si è aggiudicato invece il Grand Prix presso lo stesso festival, con È solo la fine del mondo.

Il protagonista è Kit Harington, che tenta di farsi largo nel mondo del cinema dopo Game of Thrones, lasciandosi alle spalle la deludente esperienza di Pompei. Due gli attori scelti per interpretare Ruper Turner, che viene mostrato sia da piccolo che in età adulta. Nel primo caso vediamo sullo schermo Jacob Tremblay, giovane attore classe 2006, canadese come il regista, divenuto celebre dopo le interpretazioni in Room e Wonder. La sua versione 21enne è invece affidata a Ben Schnetzer, newyorkese classe ’90, scelto da Oliver Stone per il suo Snowden del 2016 e inserito nel cast della miniserie La verità sul caso Harry Quebert.

La pellicola vanta inoltre un ricco cast femminile, dai premi Oscar Kathy Bates, Natalie Portman e Susan Sarandon, fino a Thandie Newton, nota al grande pubblico per svariati ruoli al cinema e in tv, come quello di Maeve nell’acclamata serie Westworld. Avrebbe dovuto far parte del film anche Jessica Chastain, il cui personaggio è stato però tagliato in fase di post-produzione.