Diane Keaton: 6 curiosità sull'attrice

Diane Keaton
@Getty Images

Attrice, produttrice e regista, a 73 anni Diane Keaton è ancora pienamente attiva su tutti i fronti: ecco alcune curiosità che la riguardano

Nata come Diane Hall, l’attrice deve molta della sua fortuna alla relazione - sentimentale e professionale - con Woody Allen. Dopo gli inizi a teatro, fu scelta dal regista per “Provaci ancora, Sam”, interpretazione che gli valse una nomination ai Tony Awards. Nel corso della sua lunga carriera, Diane Keaton ha interpretato sia ruoli comici che drammatici, dimostrando di essere un’attrice poliedrica e versatile. Un premio Oscar, altre 3 nomination, due Golden Globe, un Premio BAFTA e due David di Donatello, di cui uno alla carriera nel 2018 sono solo alcuni dei numerosi riconoscimenti ottenuti da Diane Keaton. Abbiamo selezionato alcune delle tante curiosità sull’attrice.

Il nome d’arte

Diane Keaton (all’anagrafe Diane Hall) ha scelto il suo nome d’arte per diverse ragioni. La prima è che negli albi degli attori era già presente una Diane Hall, per cui scegliere uno pseudonimo è stata una necessità. La scelta è ricaduta su Keaton perché era il cognome di sua madre da nubile e perché il suo agente, agli inizi della carriera, la convinse a fingere una lontana parentela con Buster Keaton pensando di agevolarla agli esordi.

I film con Woody Allen

Nel 1968 fu fatale l’incontro con Woody Allen, con cui superò un’audizione per “Provaci ancora, Sam”. Nonostante fosse più alta del protagonista, Diane Keaton fu scritturata. In seguito, i due intrapresero una relazione durata dieci anni, nel corso della quale girarono altri film insieme: “Il dormiglione” (1973), “Amore e guerra” (1975), “Io e Annie” (1977), “Interiors” (1978). Con “Io e Annie”, l’attrice vinse sia l’Oscar che il Golden Globe come miglior attrice. Il sodalizio artistico durò anche dopo la rottura della storia d’amore e Diane Keaton prese parte ad altri tre film di Woody Allen: “Manhattan” (1979), “Radio days” (1987) e “Misterioso omicidio a Manhattan” (1993). Per quest’ultimo film, l’attrice si trovò a sostituire Mia Farrow, ex moglie del regista da cui si era appena separata in seguito allo scandalo della relazione di Allen con la figlia adottiva Soon Yi. Diane Keaton ha sempre difeso l’ex compagno, accusato di molestie dalla figlia della Farrow.

Nei film usa i suoi abiti

Molto nota anche per l’originalità e l’eccentricità del suo guardaroba, Diane Keaton usa spesso i suoi vestiti anche sul set. Ancora oggi, l’attrice è molto apprezzata per il suoi look stravaganti ed è diventata una vera e propria icona di stile. Inoltre, per la sua mania di indossare spesso i guanti è soprannominata “The Glove One”.

È amante dei cani

Diane Keaton ama molto gli animali e su Instagram posta spesso immagini in compagnia del suo amato Golden Retriever Emma. Lo scorso anno l’attrice ha dovuto dire addio a un’altra fedele compagna, Josie, che le fu regalata da Al Pacino sul set del “Padrino Parte III”.

Ha diretto anche dei videoclip

Verso la fine degli anni Ottanta, Diane Keaton ha debuttato anche come regista di videoclip musicali, dirigendo il video della celebre hit di Belinda Carlisle “Heaven is a place on Heart”. Sempre per la cantante californiana, l’attrice ha diretto il video di “I get weak”.

È contraria alla chirurgia plastica

Diversamente da tante colleghe della sua generazione, Diane Keaton ha sempre detto no alla chirurgia plastica ed è diventata una vera a propria attivista in questo senso. Le fanno compagnia tante altre star come Kate Winslet, Meryl Streep, Emma Thompson e Rachel Weisz.