Andrea Carpenzano: chi è l'attore protagonista di "Il campione"

Andrea Carpenzano è il protagonista di "Il Campione", il primo film di Leonardo D'Agostini. La carriera e i film dell'attore 24enne 

Andrea Carpenzano è il protagonista del film “Il campione” nelle sale dal 18 aprile e diretto da Leonardo D’Agostini. L’attore 24enne interpreta il ruolo di Christian Ferro, un calciatore della Roma dal talento immenso ma indisciplinato e viziato. Un ragazzo tutto genio e sregolatezza, nuovo idolo che ha addosso gli occhi dei tifosi di mezzo mondo. Il suo comportamento farà indispettire la società che decide di assegnargli Valerio, interpretato da Stefano Accorsi. Un professore solitario e schivo, con problemi economici e un’ombra del passato che incombe sul presente e che dovrà aiutare Christian a superare l’esame di maturità. I due, che non potrebbero essere più diversi l’uno dall’altro, si troveranno legati a doppio filo, generando un legame che farà crescere e cambiare entrambi.

La carriera di Andrea Carpenzano

La prima opera di Leonardo D’Agostini vede la produzione di due firme di spessore della regia. Matteo Rovere arriva dal successo di “Veloce come il vento” e “Il primo re” uscito a gennaio e che vede protagonista Alessandro Borghi. Rovere è il più giovane cineasta italiano ad aver vinto un Nastro d'argento al miglior produttore, col film “Smetto quando voglio”. L’altro produttore di “Il campione” è Sydney Sibilia, proprio il regista della trilogia di “Smetto quando voglio”. I due hanno creduto fermamente alla storia di D’Agostini, caratterizzata da un cast di spessore. Andrea Carpenzano interpreta Christian Ferro. Ancora a scuola, durante l'ultimo anno di liceo, il ragazzo viene scoperto per caso dal regista Francesco Bruni. Quasi per scherzo, si era presentato con un’amica alle audizioni per una piccola parte in un film, ma il provino fu talmente convincente che Bruni lo scelse come giovane protagonista della pellicola “Tutto quello che vuoi”. La sua interpretazione e il film lo portano in molti festival italiani ed europei, in cui riceve diversi riconoscimenti tra cui la menzione speciale Premio Biraghi ai Nastri D'argento 2017. Nello stesso anno Andrea Carpenzano torna sul set con due film per il cinema: “Il Permesso – 48 ore fuori” con la regia di Claudio Amendola e “La terra dell'abbastanza” opera prima dei fratelli D'Innocenzo, che lo scelgono come protagonista. Il film sarà selezionato per la sezione Panorama del Berlinale 2018.

La passione per il calcio e il ruolo di Christian Ferro

Andrea Carpenzano non ama definirsi attore, preferisce piuttosto che si dica «È uno che fa il cinema», un segnale chiaro del fatto che ancora oggi si ritrova catapultato quasi per caso in questo magnifico mondo. Tifoso della Roma e grande appassionato di calcio, per lui recitare nel film “Il Campione” è stata un’ulteriore prova di tutto il suo talento. Del calcio ama le dinamiche fra i giocatori, e le espressioni dipinte sui visi dei giocatori, che adora contemplare in tv. Questa sua passione lo ha aiutato ulteriormente per prepararsi al ruolo di Christian Ferro, anche se nella vita l’attore ha praticato la scherma per volontà della madre. Per ispirarsi al personaggio protagonista del film ha pensato a Totti, Balotelli e a Cassano. Una prova che ha convinto lo stesso ex calciatore della Roma che ha apprezzato la capacità di Andrea Carpenzano di entrare nel personaggio e riuscire ad interpretare le inquietudini, i pensieri e i dubbi che navigano nella testa di un grande dello sport.