I moschettieri del re, la penultima missione: trailer, trama e cast del film

I Moschettieri del Re, la penultima missione è pronto ad arrivare su Sky. L’acclamato film di Giovanni Veronesi, rivisitazione del celebre romanzo di Dumas, andrà in onda il giorno di Pasqua, domenica 21 Aprile, alle 21.15 su Sky Cinema Uno . Scoprite la trama e il cast del film con noi.

L’ultima fatica di Giovanni Veronesi arriva su Sky Cinema Uno: il giorno di Pasqua sarà sicuramente cruciale per i fan del quartetto formato da D’Artagnan, Athos, Porthos e Aramis. Il film si ispira alle vicende narrate nei due romanzi I tre moschettieri e Vent’anni dopo, dello scrittore ottocentesco francese Alexandre Dumas.

La trama narra la leggendaria storia dei magnifici quattro (tre, più l’acquisito D’Artagnan) maestri di spada, ambientata però nei suggestivi paesaggi della Basilicata e nel Palazzo reale di Genova, creando uno scenario dalla forte componente di cappa e spada.

La trama del film

Sono ormai vent’anni che i quattro paladini hanno appeso al chiodo il moschetto e, anziani, cinici e disillusi, si ritrovano a svolgere lavori totalmente diversi: D’Artagnan è un allevatore di bestiame, Athos è un lussurioso castellano, Porthos è un locandiere schiantato dall’alcol e Aramis si ritrova nel saio di un frate indebitato. Saranno richiamati all’avventura dalla Regina Anna, per salvare la Francia dalle trame ordite a corte dal Cardinale Mazarino e dalla sua complice Milady. I quattro, affiancati nelle loro prodezze dall’inscalfibile Servo muto e da una frizzante ancella, lotteranno per la libertà dei perseguitati Ugonotti e per la salvezza del giovanissimo e dissoluto Luigi XIV. I nostri eroi, dopo svariate peripezie, si spingeranno fino a Suppergiù, per portare a termine un’altra, straordinaria, missione. Sarà l’ultima o la penultima? Difficile a dirsi.

Il cast del film

Pierfrancesco Favino è D’Artagnan: definisce il suo personaggio come un bambinone, dotato di un animo puro che convive con un grande talento. Seppur sia tanti anni che ha abbandonato la sua attività di moschettiere, è ancora il più bravo di tutti, ma deve probabilmente ritrovare l’entusiasmo che lo ha animato in passato. La possibilità di riaccendere le proprie passioni non mancheranno, all’interno del film di Veronesi. Favino regala a D’Artagnan un improbabile accento tra il francese presuntuoso e l’italiano ignorante, arricchendo il personaggio di tratti ancora più comici.

Valerio Mastrandea è Porthos: tra i vari personaggi in campo, Porthos è quello che più degli altri incarna la disillusione, il passare del tempo e la nostalgia di com’era il mondo, com’era lui e com’erano i cavalieri tutti insieme. L’avventura in cui viene coinvolto lo rimetterà in piedi e ritroverà lo spirito che lo animava in passato, riacquisendo una simpatia perduta.

Rocco Papaleo è Athos: l’idea di interpetare il capo dei moschettieri gli è subito sembrata speciale, trovando molto stimolante l’opportunità data agli attori di trascorrere un lungo periodo di prove prima delle riprese, preparandosi con esercizi a cavallo e di scherma. Attività che, Papaleo, non avrebbe mai pensato di intraprendere alla sua età.

Sergio Rubini è Amiris: il personaggio, nonostante il passare del tempo, non ha di certo perso classe e eleganza, e fra tutti i moschettieri è sempre stato quello più charmant, dotato di un certo stile. È rimasto in qualche modo lo stesso, seppur appannato dagli anni che lo hanno provato. Quando si ritrova a combattere di nuovo si rivela lo spadaccino provetto e abile di sempre, animato da un forte spirito battagliero.  

Margherita Buy è la regina Anna d’Austria: è la madre di Luigi XIV, il futuro Re Sole, all’epoca ancora quattordicenne e, per scongiurare il pericolo di rivedere la sua Francia in una nuova Guerra, richiama in azione per una nuova missione D’Artagnan e gli altri tre Moschettieri. Per l’attrice è stata una vera sfida interpretare la regina: gli splendidi costumi realizzati per il film, ingombranti e impegnativi, accentuavano la sfida interpretativa che l’attrice ha superato con entusiasmo.

Alessandro Haber è il Cardinal Mazzarino: il personaggio è ambiguo e mellifluo. L’attore lo ha definito come il classico cattivo perfido e doppiogiochista dei cartoni animati. Il Cardinale è un abile stratega in grado di soggiogare i nemici col sorriso, mostrando dapprima un volto sorridente, per poi rivelarne un altro diametralmente opposto. Odia con tutte le sue forze i quattro Moschettieri.

Matilde Gioli è l’ancella Olimpia: è un personaggio piuttosto frivolo e ignorante, al servizio della regina Anna d’Austria, legata a lei da un rapporto curioso, caratterizzato da continui battibecchi. Olimpia parla quasi sempre a sproposito, apparendo inopportuna in molteplici occasioni e spazientendo così la sua sovrana. Svampita, positiva e allegra, emana un’energia divertente, rendendola uno dei personaggi più simpatici del film.  

Giulia Bevilacqua è Milady: si tratta di un personaggio molto affascinante, carico di contraddizioni e ricco di sfaccettature, legato alla fantasia e al realismo, in maniera quasi onirica. Nel film è un personaggio estremamente enigmatico, molto di più rispetto a quanto appariva nel romanzo di Dumas. Ha una natura dualistica: seduttiva e calcolatrice la prima, spontanea e animalesca la seconda.

L’appuntamento con I Moschettieri del Re, la penultima missione andrà in onda domenica 21 aprile alle 21.15 su Sky Cinema Uno.