Book Club, Diane Keaton e Jane Fonda scoprono 50 sfumature di grigio

La divertente commedia romantica segna il debutto alla regia di Bill Holderman, già produttore di film come «Leoni per agnelli» e «La regola del silenzio»

Gli 81 anni di Jane Fonda Diane Keaton difende Woody Allen

«Book Club - Tutto può succedere» (semplicemente «Book Club» nella sua versione originale) è una commedia romantica, che segna il debutto alla regia di Bill Holderman, già produttore di film come «Leoni per agnelli» e «La regola del silenzio».

Book Club: la trama

La pellicola racconta di Carol (Mary Steenburgen), Diane (Diane Keaton), Vivian (Jane Fonda) e Sharon (Candice Bergen): quattro amiche che da trent'anni si incontrano ogni mese per commentare la lettura di un libro.

La loro vita scorre piuttosto noiosa fino a quando la lettura di «Cinquanta Sfumature di Grigio» cambia le cose. Le quattro decidono, infatti, di ispirarsi allo «scandaloso» romanzo per movimentare un po’ la propria vita.

Book Club: la genesi


«Quando è uscita la trilogia di E.L. James, Bill ha deciso di mandarla a sua madre per la festa della mamma, cosa che a me è sembrata una follia. Come poteva avere un legame del genere con sua madre, un legame in cui il sesso è un normale argomento di conversazione?» ha raccontato Erin Simms, sceneggiatrice e produttrice della pellicola.

«Per me era esilarante, quindi, per la festa della Mamma, ho mandato anch'io la trilogia a mia madre, che ha un carattere opposto rispetto a quella di Bill e l'ha trovata divertentissima. Il giorno dopo sono andata da lui e gli ho detto: 'E se facessimo un film su un club di lettura di donne di una certa età che leggono Cinquanta sfumature di grigio?».

Book Club: la data di uscita

Distribuito negli Stati Uniti da Paramount Pictures il 18 maggio 2018, il film è uscito nelle sale italiane soltanto un anno dopo, dal 4 aprile 2019.

Book Club: il cast

Protagoniste sono quattro primedonne del cinema americano. A partire da Diane Keaton, consacrata sul grande schermo dai film di Woody Allen (per «Io e Annie», tra l’altro, vinse anche l’Oscar come miglior attrice protagonista nel 1978), su cui è stato cucito il personaggio di Diane.

Allo stesso modo, quello di Vivian, è stato scritto appositamente per Jane Fonda, vincitrice dell’Oscar come miglior attrice protagonista sia nel 1972 (per «Una squillo per l'ispettore Klute») sia nel 1979 (per «Tornando a casa»). In questo caso, Fonda aveva inizialmente rifiutato la parte, finché gli autori non sono riusciti a svilupparla in maniera più adatta a lei, seguendo i suoi stessi suggerimenti.

A completare il cast, Mary Steenburgen (nota soprattutto per i ruoli in «Ritorno al futuro - Parte III» e «Una volta ho incontrato un miliardario», per cui vinse l’Oscar come miglior attrice non protagonista nel 1981) e Candice Bergen, che, negli anni, per la sua bellezza glaciale, è stato spesso paragonata a Grace Kelly.