Sofia Coppola e Bill Murray, di nuovo assieme dopo il successo di "Lost in Translation"

Inserire immagine
@Getty Images

Il nuovo progetto s’intitolerà «On the Rocks» e vedrà come co-protagonista Rashida Jones , nota per i suoi ruoli nelle serie comiche «Parks and Recreation» e «The Office»

Sofia Coppola all'opera di Roma Bill Murray, il suo primo album

A volte ritornano. E per fortuna che ritornano. È il caso di Sofia Coppola, che, per il nuovo film da regista, ha scelto di tornare a lavorare con Bill Murray, che aveva diretto sedici anni prima nel film diventato presto cult «Lost in Translation». Allora, per la pellicola, Coppola ottenne la candidatura all’Oscar per la miglior regia (seconda donna della storia dopo Lina Wertmuller per «Pasqualino Settebellezze») e vinse il premio per la miglior sceneggiatura originale, mentre Murray dovette accontentarsi della nomination (quell’anno vinse Sean Penn, per «Mystic River»), incredibilmente l’unica della sua comunque grande carriera.

La trama del nuovo progetto


Il nuovo progetto, stando a quanto riportato sia da «People» sia da «Deadline», s’intitolerà «On the Rocks» e vedrà come co-protagonista non più Scarlett Johansson (in «Lost in ma Rashida Jones, nota per i suoi ruoli nelle serie comiche «Parks and Recreation» e «The Office». In particolare, la storia racconterà di una donna costretta forzatamente a riconnettersi con il padre, donnaiolo e scatenato, che la porterà a vivere un’imprevista avventura per le strade di New York. Dove, per l’appunto, le riprese dovrebbero cominciare la prossima primavera.

I precedenti di Sofia Coppola


Per Coppola si tratta dell’ottavo lungometraggio nella sua carriera di regista, cominciata nel 1999 con «Il giardino delle vergini suicide». Successivamente è stata appunto la volta di «Lost Lost in Translation» (2003), di «Marie Antoinette» (2005), di «Somewhere» (2010) e di «Bling Ring» (2013). Il 2015 è stato, invece, l’anno di «A Very Murray Christmas», speciale natalizio di Netflix, in cui la strada di Coppola ha incrociato nuovamente quella di Bill Murray, assoluto mattatore della pellicola: una commedia musicale volta a omaggiare i tradizionali spettacoli di varietà organizzati dalle emittenti televisive nel periodo delle feste.

La produzione per Apple

Il tempo di dividersi un attimo (causa «L’inganno», nuovo adattamento cinematografico del romanzo «A Painted Devil» del 1966, presentato in anteprima e in concorso al Festival di Cannes 2017) e per i due è già tempo di ricongiungersi. Con questa nuova pellicola, la prima prodotta da A24 per Apple, che presumibilmente la distribuirà prima nelle sale cinematografiche e poi sul proprio servizio di streaming, in apertura quest’anno.