Deep State, la serie tv che si ispira ai capolavori del cinema di spionaggio

Inserire immagine

C'è uno stato parallelo che muove i nostri destini o è  solo paranoia cospirazionista? A questi inquietanti interrogativi cerca di rispondere Deep State , la prima produzione serie tv europea dei canali Fox, in onda in Italia dal 9 aprile il lunedì alle 21:50 su FOX . Una fiction  in cui si respirano le atmosfere  dei migliori spy movie: da Syriana alla saga di Jason Bourne , passando per Snowden .  E per entrare nel mondo torbido di Deep State, in cui nulla è come sembra su Sky On Demand è disponile Caccia alla spia , una collezione dei miglior film di spionaggio

Scritto da Matthew Parkhill (Rogue), Deep State è la prima produzione serie tv europea dei canali Fox. Sarà in onda in Italia dal 9 aprile il lunedì alle 21:50 su FOX (Sky, 112) e in contemporanea in 50 paesi, compresi USA, Canada e Australia. Deep State è stato rinnovato per una seconda stagione già prima della messa in onda internazionale.

Il termine Deep State - usato abitualmente dai politologi - è tornato in auge con Donald Trump e descrive quei corpi intermedi del potere che rappresentano un vero e proprio governo ombra in grado di decidere le sorti del Paese. Non si tratta solo di servizi segreti (Snowden nell’intervista alla Repubblica del 18 marzo lo spiega bene) ma di apparati burocratici e amministrativi che in qualche caso – di qui la malizia di Trump - non rispondono alla leadership politica civile ma persegue altri fini. 

Inserire immagine

La serie in 8 episodi è uno spy thriller dal respiro internazionale, girato fra Marocco, Medio Oriente e Inghilterra. Protagonista Max Easton (Mark Strong; Syriana, Sherlock Holmes, Zero Dark Thirty, The imitation game) nei panni di un ex agente dell’MI6 - l’intelligence inglese - richiamato sul campo per occuparsi di una spinosa situazione che vede coinvolto il figlio che aveva deciso di seguire le sue orme. Sullo sfondo il complotto internazionale tra servizi segreti per trarre profitto dal caos in Medio Oriente. Deep State nasce sulle tracce di film come Syriana e vuole fare luce sui retroscena economici e gli affari sporchi dietro alle guerre internazionali, nonché sugli apparati burocratici che condizionano l’operato dei governi. Con una forte connotazione politica, è la storia di un uomo braccato dai fantasmi del passato che vive un terribile conflitto morale: riuscire a conciliare un lavoro fatto di menzogne con l’identità di padre e marito amorevole alla ricerca di una seconda opportunità.

Nel cast anche Joe Dempsie (Game of Thrones), Karima McAdams (Fearless, Vikings), Lyne Renee (Madam Secretary), Alistair Petrie (The Night Manager), Anastasia Griffith (Damages).

Inserire immagine

E per entrare nelle atmosfere torbide di Deep State,  fatte di intrighi, doppi giochi e collusioni fra affari e politica,  è disponibile su Sky On Demand la collezione Caccia alla spia, antologia dei migliori spy movie con titoli del calibro di Snowden, Argo, Fair Game, Allied-Un'ombra nascosta.

 

 

In occasione del lancio di Deep State, in questi giorni largo La Foppa a Milano si è trasformata in un set a cielo aperto. Nei pressi della maxi affissione dedicata a Deep State e all’interno dello stesso impianto pubblicitario - divenuto per l’occasione palcoscenico- i passanti assistono a uno spettacolo che trasforma la location in un vero e proprio set di un film d’azione.

Grazie alla partecipazione di stuntmen professionisti e attori in incognito sparsi tra la folla, a Largo La Foppa ogni giorno parte una mise-en-scène fatta di inseguimenti, azioni spettacolari e rapimenti alla Bond che richiama il concept della serie, la dicotomia realtà-finzione: “niente e nessuno è ciò che sembra”.