Simona Molinari, la voce del BarLume

Inserire immagine
Simona Molinari

L'artista napoletana canta la sigla dei due film in programmazione a novembre su Sky Cinema 1. In questa intervista rivela che le sarebbe piaciuto tanto fare un cameo perché "non avessi cantato avrei fatto la detective"

Aspettando I delitti del BarLume su Sky Cinema 1 Il video de "I delitti del BarLume"
di Fabrizio Basso

C'è la voce della verità e c'è la voce della menzogna, ne "I delitti del BarLume". Ma soprattutto c'è la voce. Senza se e senza ma. E' quella di Simona Molinari cui è stata affidata la canzone che è la sigla dei due film, prodotti e interpretati da Filippo Timi e ispirati ai racconti di Marco Malvaldi, in programmazione a novembre su Sky Cinema 1. Per altro il brano farà parte del suo prossimo disco.

Simona come si sta al BarLume?
Molto bene. E' un progetto che è nato per caso.
Ci racconti.
Conoscevo i libri di Marco Malvaldi, avevo letto qualcosa di suo. Quando mi è stato proposto di creare una canzone da abbinare alla serie ho approfondito.
Operativamente come è andata?

Mi hanno fatto avere un provino già esistente e io su quella traccia ho lavorato. E' stato divertente.
E' difficile scrivere su commissione?
Come in tutte le cose devi trovare uno spunto che ti appartiene e da lì sviluppare l'idea.
Lei cosa ha trovato?
BarLume è una fiammella. La fiammella è il germoglio di una idea. Da quella parola la mia testa di è attivata ed è nata la canzone.
Felice del risultato?
Molto. E anche lusingata che abbiano cercato una voce con la mia tonalità per questo progetto.
Le hanno proposto un cameo?
No ma credo mi sarebbe piaciuto.
Nei panni dei buoni o dei cattivi?
Dei buoni. Non avessi fatto questo lavoro avrei fatto l'investigatrice. Ogni tanto ci penso a frequentare un corso di arte investigativa.
Ha dei detective di riferimento?
Tanti, ma su tutti Hercule Poirot e Miss Marple.
Altri progetti?
In questo periodo rifiato poi il 30 novembre riparte il tour e nel 2014 vorrei uscire con un nuovo disco.
Tempi?
Prematuro. Ma o prima o dopo l'estate,
Tour autunnale italiano o estero?
Faccio date soprattutto italiane, tra cui quella del Blue Note il 30 novembre a Milano.
E' di casa nel tempio del jazz.
Milano e Tokyo li conosco e il 13 dicembre sarò al Blue Note di New York. Finalmente.
Chiusa la trilogia.
Ci sarebbe anche quello di Osaka...ma per ora mi godo il mio tris