Emily Ratajkowski ha accusato di molestie il musicista Robin Thicke

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

Immagine dal videoclip di "Blurred Lines" sul set del quale sarebbero avvenute le molestie sessuali
rata

La modella ha raccontato nel suo primo libro autobiografico, dal titolo “My Body” e in uscita il 19 ottobre, che l’artista musicale con cui ha collaborato nel 2013 per il videoclip della sua canzone “Blurred Lines” le avrebbe palpato il seno più volte. Accusa confermata dalla regista del video, Diane Martel. Ad anticipare ciò che si leggerà nella pubblicazione in uscita è stato il Sunday Times, che tra svariati stralci riporta anche quello relativo alle molestie sessuali

Emily Ratajkowski ha rivelato nel suo primo libro autobiografico - che uscirà il 19 ottobre, con il titolo di “My body”- che l’artista musicale statunitense con cui ha collaborato nel 2013 per girare il videoclip della sua hit “Blurred Lines” l’ha molestata sessualmente.
Ad anticipare ciò che si leggerà nella pubblicazione di prossima uscita è stato il Sunday Times, che ha riportato il seguente stralcio del libro.

“È tornato ubriaco sul set solo per girarlo con me. Ho sentito le mani di uno sconosciuto che stringevano i miei seni da dietro. Mi sono allontanata d'istinto”, queste le parole della modella Emily Ratajkowski.

L'accusa è stata confermata dalla regista del videoclip, Diane Martel.
“Ricordo quel momento, quando ho visto cosa stava succedendo, mi sono messa a urlare: Cosa stai facendo? Basta così, le riprese sono finite!”, questo è quanto la regista del video musicale di “Blurred Lines” ha testimoniato.

Il cantante e produttore, oggi 44enne si sarebbe scusato, dichiarando che in quel periodo era perennemente sotto gli effetti dell’alcol, “costantemente ubriaco“, come lui stesso ha rivelato. Non che questa sia una giustificazione.
Avrebbe poi dichiarato che da sobrio non avrebbe mai compiuto un gesto simile. In quel periodo, coincidente per lui con l’apogeo del successo, abusava di alcolici e di Vicodin, come riporta l’Huffington Post.

“Non ho fatto una sola intervista da sobrio”, ha dichiarato tempo fa Robin Thicke durante un’intervista rilasciata all’Hollywood Reporter.

 

In fondo a questo articolo vi mostriamo il video incriminato, "Blurred Lines", soltanto a onor di cronaca. Si tratta di un videoclip che, già prima delle accuse da parte di Emily Ratajkowski, è stato molto criticato perché altamente sessista. Alcune critiche hanno parlato anche di videoclip che promuoverebbe la cultura dello stupro.

La rivelazione di Emily Ratajkowski

approfondimento

Emily Ratajkowski compie 30 anni: la carriera dell’attrice e top model

Si tratta di una rivelazione inedita, benché la modella avesse già accennato al fatto che quel videoclip in cui compariva in topless fosse stato per lei alquanto traumatico. Come racconta in "My Body", inizialmente non aveva problemi circa la nudità che la regista Diane Martel le aveva richiesto per la clip. Tuttavia le cose sono poi cambiate dopo ciò che è accaduto sul set.


Alcuni stralci del libro autobiografico che uscirà a breve sono stati riportati dal celebre tabloid britannico, tra cui appunto quello in cui la star accusa Robin Thicke.

Ratajkowski ha spiegato di non averne fatto parola prima d’ora poiché cercava di non pensare a ciò che era successo, dato che per lei si è trattata di un'esperienza traumatica e inoltre poiché cercava di mantenere tranquillo l’ambiente di lavoro.

 

Di seguito vi mostriamo, a onor di cronaca, il videoclip di "Blurred Lines".

Spettacolo: Per te