Riapertura del Teatro Regio di Torino: si parte con La Traviata di Giuseppe Verdi

Spettacolo
©IPA/Fotogramma

Il commissario straordinario del Teatro Regio di Torino, Rosanna Purchia, ha annunciato l'apertura al pubblico il 9 maggio,  con  la 'Traviata', di Verdi per la regia di Lorenzo Amato.

Dopo tanta attesa, il momento è finalmente giunto: "Ci siamo, siamo davvero emozionati per questa riapertura così sognata. Abbiamo mantenuto vivo il rapporto con il pubblico grazie allo streaming, ma ora torniamo a fare quello che sappiano fare meglio, emozionare dal vivo". E' con queste parole che il commissario straordinario del Teatro Regio di Torino, Rosanna Purchia, ha annunciato l'apertura al pubblico il 9 maggio, con la 'Traviata', di Verdi, regia di Lorenzo Amato.

 

Nel video in testa il servizio di Sky Tg24 sulla riapertura della Scala 

  

Riaprire è motivo di festa

approfondimento

Il M° Chailly riapre la Scala al pubblico, primo concerto il 10 maggio

"Riaprire è motivo di festa - aggiunge - ma non possiamo permetterci alcuno scostamento di bilancio, per cui non sono previsti biglietti omaggio. E sono lieta che Istituzioni e Soci Fondatori abbiano accolto con favore questo segnale".

L'allestimento della 'Traviata' della riapertura è quello del 2018 dal San Carlo di Napoli con la regia di Lorenzo Amato, scene di Ezio Frigerio e i costumi del Premio Oscar Franca Squarciapino. Sul podio Rani Calderon, per la prima volta al Regio, attualmente collaboratore del The'atre de La Monnaie di Bruxelles, Volksoper di Vienna e New Israeli Opera di Tel Aviv. L'allestimento non risparmia in spettacolarita': al centro dello spazio scenico, su un fondale trasparente come un vetro, la pioggia scorre per l'intera durata dello spettacolo, filtrando la visione delle grandi tele pittoriche create da Ezio Frigerio. "Un elemento che potrebbe essere visto come semplice metafora di una Parigi grigia e piovosa - dice il regista - ma che per me rappresenta lo straniamento, il dolore, che le malattie particolarmente debilitanti provocano in ciascuno di noi". 

Spettacolo: Per te