"Luna Nera", la prima serie fantasy italiana arriva su Netflix dal 31 gennaio

Spettacolo

Tratta dal romanzo di Tiziana Triana "Le città perdute. Luna nera", racconta una storia ambientata nell'Italia del seicento, tra stregoneria, amore e pregiudizio. Si tratta della terza serie originale italiana della piattaforma

Dal 31 gennaio sbarca su Netflix "Luna Nera", la prima serie tv fantasy italiana. Basata sul romanzo di Tiziana Triana "Le città perdute. Luna nera", è una storia ambientata nel Seicento, tra stregoneria, amore e pregiudizio. "Luna Nera" è la terza serie originale italiana trasmessa da Netflix.

La trama e il cast

"Luna Nera" è prodotta da Fandango e nelle sue sei puntate ambientate nell'Italia del XVII secolo ruota attorno alla figura di Ade, interpretata da Antonia Fotaras, che ha già recitato nella serie tv "Il nome della rosa" con John Turturro. Ade è una levatrice di 16 anni che viene accusata di stregoneria. La ragazza dovrà scegliere tra l'amore per Pietro (interpretato da Giorgio Belli) e la strada che potrebbe portarla a diventare la leader di un gruppo di streghe.

Un fantasy tutto al femminile

La nuova serie tv di Netflix è un fantasy tutto al femminile. Dietro la macchina da presa, infatti, hanno lavorato tre registe: Francesca Comencini, Susanna Nicchiarelli e Paola Randi. "Luna Nera" è basata come detto sul romanzo di Tiziana Triana, che ha anche collaborato alla sceneggiatura degli episodi insieme a Francesca Manieri ("Il miracolo"), Laura Paolucci ("L'amica geniale") e Vanessa Picciarelli ("Bangla").

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24