Francesca Cavallin, protagonista in The nest-Il nido, parla di Stefano Remigi

Inserire immagine
Francesca Cavallin
@Getty Images

Francesca Cavallin e Stefano Remigi si sono lasciati ormai da due anni ma l’attrice torna a parlarne sulle pagine di Grazia, spiegando quanto sia stato difficile per lei accettare la fine della relazione

Dopo anni di matrimonio e due figli, Leonardo e Jacopo rispettivamente di 12 e 4 anni, l’attrice resa celebre dalla serie TV Un medico in famiglia e il figlio del cantante Memo si sono separati. La rottura non è fresca, ma solo oggi Francesca Cavallin spiega come ha reagito al matrimonio naufragato.

E’ stato molto doloroso sopportare la fine della relazione con suo marito, ma grazie ai suoi due figli oggi è riuscita a raggiungere il giusto equilibrio. Però, come succede molto spesso alla fine di una relazione durata anni e che ha visto anche la nascita di figli, diventa difficile far entrare nella propria vita un’altra persona. Ed è proprio quello che sta succedendo alla Cavallin che ha dichiarato: “Ho acquistato maggiore consapevolezza. E mi godo questo momento. C’è solo un rischio: irrigidirsi in una autarchia sentimentale che non permetta più a nessuno di entrare”.

L’attrice, che è stata impegnata fino a maggio nella serie di successo Mentre ero via, ha aperto così il cuore al pubblico raccontando quanto è stato pesante quel periodo della sua vita. “Se qualcuno me l’avesse detto solo tre anni fa gli avrei riso in faccia. Mi sembrava impossibile". Dopo la fine del matrimonio si è concentrata molto sulla sua carriera prestando il suo volto prima nella miniserie Di padre in figlia e poi ne La compagna del cigno in cui interpretava Miriam, la mamma di Robbio, il più piccolo dei sette ragazzi musicisti che si ritrovano a dover lavorare forzatamente insieme ma che poi condividono problemi personali e familiari.

Il 14 agosto, invece, la vedremo al cinema nel film di esordio del regista Roberto De Feo, The nest- il nido.  Un lungometraggio prodotto da Colorado Film in collaborazione con Vision Distribution e con la produzione esecutiva di Prem1ere Film e il sostegno di Film Commission Torino Piemonte. Un horror psicologico in cui l’attrice di Bassano del Grappa interpreta l’iperprotettiva e misteriosa Elena, madre del protagonista (Samuel) costretto a vivere come prigioniero nella sua stessa casa.