Giancarlo Magalli, la nuova fidanzata ha 22 anni: arriva la smentita

Inserire immagine
@Kikapress

Giancarlo Magalli ha spiegato qual è il vero rapporto tra lui e Giada, 22 anni, raccontando la relazione che per giorni ha tenuto banco in Italia. Il conduttore ha rivelato tutto con un lungo post sul suo profilo Facebook.

Negli ultimi giorni Giancarlo Magalli, classe 1947, è stato al centro dei media italiani per la sua nuova presunta relazione sentimentale con Giada, ragazza di 22 anni. Dopo alcuni giorni di silenzio, il conduttore ha deciso di rivelare tutta la verità sul rapporto: quando si sono conosciuti, quando è stata scattata la foto che li ritrae assieme e che rapporto li lega.

Il presentatore parte dal chiarire subito il suo stato sentimentale specificando che l’ultima relazione è stata quella con la sua seconda moglie, terminata nel 2009, dopo 19 anni di amore.

Magalli racconta la fine del suo secondo matrimonio

Il post è stato pubblicato ieri pomeriggio dal conduttore sul suo profilo Facebook. Nel giro di poche ore il contenuto ha fatto il giro del web, Magalli inizia così il suo racconto: “È domenica, fa un bel freddo e sono solo in casa ad ascoltare un po’ di musica. Solo. Condizione nella quale mi trovo da tredici anni, da quando la mia seconda moglie decise che il nostro matrimonio era finito. Da allora ho frequentato tanti amici e tante amiche, ma non ho più avuto una relazione sentimentale. E non crediate che non mi sia dispiaciuto. Semplicemente non è accaduto e spesso ho riflettuto sul fatto che forse dentro di me non volevo che accadesse”.

Il rapporto che lega Giancarlo Magalli a Giada

La parte centrale, e più importante, del post si concentra sul tanto discusso rapporto con Giada. Il presentatore racconta di averla conosciuta in occasione della partecipazione della ragazza al suo programma: “Oggi, improvvisamente, mi viene attribuita una relazione, per di più con una ragazza più giovane di mia figlia e questo ha provocato reazioni che vanno dalla solidarietà al rimprovero. Dato che le notizie, lo sappiamo bene, sono come le valanghe e quando cominciano a rotolare si ingrossano sempre più, forse è meglio chiarire come stanno veramente le cose. 
Tre mesi fa ho ospitato nella mia trasmissione Giada, una ragazza della provincia di Brescia venuta a raccontare una dolorosa storia di abusi subiti a dodici anni da parte del suo maestro di karate, appena condannato per quei fatti a più di nove anni di carcere. Giada è una ragazza graziosa e pulita, alla quale la vita ha riservato momenti orribili, ma che non ha perso né il coraggio né il sorriso. Mi colpì la sua franchezza e l’essersi voluta esporre per salvare altre bambine e per non lasciare impunito l’uomo che le aveva rubato l’infanzia”.

I messaggi dopo l’incontro: "Due amici che passeggiano a braccetto"


Magalli continua a raccontare la verità sul rapporto che lo lega a Giada: “Dopo la sua partecipazione mi scrisse per ringraziarmi e io le risposi, dicendole che era stata brava. Ci siamo scambiati qualche altro messaggio e ci siamo incontrati di nuovo in occasione di un mio viaggio di lavoro nella zona del Garda. In quella circostanza Giada mi invitò a pranzo e conobbi i suoi genitori ed i suoi nonni, persone simpaticissime e piacevoli. Dopo di ciò abbiamo mantenuto i contatti fino ad un mese fa, quando è stata lei a venire a Roma per un paio di giorni per motivi legati alle sue vicende processuali. Mi ha fatto molto piacere rincontrarla e ci siamo regalati un pranzo con passeggiata in centro per il caffè. Quello è il momento in cui siamo stati fotografati e su quelle immagini di due amici che passeggiano a braccetto scherzando è stata inventata e costruita una storia d’amore. Non ci sarebbe niente di male, siamo entrambi maggiorenni (io un po’ troppo, forse), ma non voglio che si continui ad alimentare una storia che molti vedono, magari a ragione, come un po’ anomala”.

Il futuro con Giada: "Continuremo a sentirci"

Infine, il conduttore romano parla del possibile futuro, completamente in amicizia, con la ragazza: “Con Giada continuiamo a sentirci, e lo facciamo molto volentieri, anche se non ci siamo più visti (ma non è detto che non accadrà) e ci piacerebbe vivere la nostra amicizia senza illazioni, sospetti e maldicenze che non hanno ragione di essere. Nel frattempo io resto solo e lei vive la sua vita come è giusto che una ragazza di 22 anni faccia, possibilmente senza che nessuno continui a speculare”.