Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Berlinale, Orso d'oro al film "Miele". Premiato Polanski

Il regista Roman Polanski
1' di lettura

Al Festival di Berlino viene premiata la pellicola del regista turco Semih Kaplanoglu. Commozione e brusio in sala quando è stato annunciato l'Orso d'argento per il regista di "The Ghostwriter", che si trova agli arresti domiciliari in Svizzera

Gli orsi amano il miele, è la spiegazione fornita da Johannes Rexin, con Bettina Brokemper uno dei produttori tedeschi del film turco, per spiegare l'assegnazione dell'Orso d'Oro del festival di Berlino 2010 a Bal (Miele), del regista turco Semih Kaplanoglu. Con la consegna dei sei orsi d'argento e dell'Orso d'Oro più alcuni premi collaterali, avvenuta questa sera a al Berlinale Palast davanti a 1600 ospiti in sala (ma vista anche da centinaia di migliaia di spettatori attraverso la televisione), si è conclusa la 60/a edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino.

Dieter Koesslick, il direttore del festival, ha riferito in apertura di serata che gli spettatori per i 400 film in programma sono stati oltre 300 mila, battendo tutti i record del passato. Una annotazione sul perché questo è tra i principali festival del mondo quanto a spettatori: a Berlino i film vengono proiettati in grandi sale di diversi quartieri della capitale (che ha 3,5 milioni di abitanti) e questo spiega le cifre straordinarie di spettatori, impossibili da raggiungere per festival in realtà cittadine minori, come Venezia o Cannes.

Commozione e brusio in sala quando è stato annunciato che Roman Polanski, il regista americano agli arresti domiciliari in Svizzera e per questo impossibilitato a venire al festival, aveva vinto l'orso d'argento per la miglior regia con The Ghostwriter. I premi sono stati ritirati dai produttori del film, in quanto anche gli attori principali Pierce Brosnan e Ewan McGregor avevano preferito non partecipare alla serata della premiazione.

"Mi dispiace che Roman non sia qui a ritirare il premio - ha celiato Alain Sarde, con Robert Benmussa produttore del film - ma lui mi aveva già detto fin dall'inizio che non aveva nessuna intenzione di venire, visto quello che è successo l'ultima volta che era andato a ritirare un premio...".

Il festival di Berlino si chiude ufficialmente domenica, con una proiezione dei film vincitori.

Guarda anche:

Caso Polanski, la Svizzera: no alla libertà su cauzione
Tornatore: Roman Polansky merita più riguardo

Leggi tutto
Prossimo articolo