Cannabis contro il cambiamento climatico: la pianta assorbe l'anidride carbonica

Scienze
©IPA/Fotogramma

Secondo l'indagine dell'istituto Hudson Carbon che studia lo stoccaggio del carbonio, la canapa è considerata "purificante della natura" in quanto estrae tossine dall'aria intrappolandole permanentemente all'interno delle sue fibre 

ascolta articolo

La cannabis assorbe la Co2. L’istituto di ricerca Hudson Carbon di New York che studia lo stoccaggio del carbonio, ha scoperto che la canapa ha due volte la capacità di intrappolare l'anidride carbonica dall'aria rispetto a tante altre piante che popolano boschi e foreste. Secondo lo studio americano, un acro di piante di cannabis può immagazzinare fino a tre tonnellate di carbonio, rimuovendone più di sette dall'atmosfera. Numerose indagini hanno dimostrato che la canapa cattura fino a 16 tonnellate di gas serra all'anno, mentre gli alberi ne assorbono circa 6. 

La cannabis è considerata “purificante della natura”

approfondimento

Neonata di 10 mesi positiva alla cannabis, indagini dei Cc

 

La pianta è considerata "purificante della natura" in quanto estrae tossine dall'aria, intrappolandole permanentemente all'interno delle sue fibre. L'anidride carbonica viene racchiusa all'interno della canapa che viene poi utilizzata in una vasta gamma di prodotti, dai tessuti ai medicinali. “Se gli Stati Uniti coltivassero 50 milioni di acri di canapa, sequestrerebbero un paio di centinaia di milioni di tonnellate di carbonio all'anno su quella superficie" ha dichiarato Ben Dobson, fondatore e presidente di Hudson Carbon. 

Le qualità della canapa

approfondimento

Moncalieri: coltiva canapa con thc fuori norma, arrestato

La canapa ha molte qualità. “Rispetto al cotone che necessita di almeno 1.500 litri d'acqua per ogni chilo prodotto, la canapa ne richiede meno della metà ma crea più del 200% di fibre in più sullo stesso terreno”, ha dichiarato Rebekah Shaman, amministratore delegato della British Hemp Alliance, un’associazione del Regno Unito composta da ong, agricoltori e aziende che sostengono cambiamenti nella legislazione inglese sulla canapa. La cannabis inoltre cresce molto velocemente, impiega solo quattro mesi per raggiungere la maturità. Infine oltre a purificare l'aria dai gas serra, la pianta assorbe metalli pesanti cancerogeni come piombo, mercurio e cadmio dal suolo, pericolosi per la salute dell'uomo. 

Scienze: I più letti