Il calcio di ossa e denti si sarebbe formato con esplosioni stellari

Scienze

Supernove ricche di questo minerale sono responsabili della metà del calcio presente nell’universo. I risultati della scoperta del team internazionale guidato dalla Northwestern University sono stati pubblicati sul The Astrophysical Journal

Le supernove ricche di calcio potrebbero aver generato circa la metà del minerale presente in tutto l'universo. Anche quello che si trova nelle ossa e nei denti umani. A rivelarlo è uno studio pubblicato sul The Astrophysical Journal da un team internazionale (circa 70 esperti da oltre 15 paesi) che ha fatto capo alla Northwestern University. "Questi eventi – commenta Wynn Jacobson-Galan, il ricercatore universitario che ha guidato lo studio - sono così rari che finora non avevamo idea di cosa producesse una supernova ricca di calcio”.

 

L’osservazione

 

Il team ha analizzato Sn2019ehk, una supernova che si trova a 55 milioni di anni luce dalla Terra, durante le ultime fasi del suo ciclo vitale. "Studiarla nell' ultimo mese - commenta Raffaella Margutti, coautrice della pubblicazione sul The Astrophysical Journal - ci ha permesso di avere una nuova prospettiva su un fenomeno transiente, la cui durata cioè si estende per un periodo limitato che può variare da pochi secondi fino a diversi anni". Sn2019ehk è stata studiata per la prima da Joel Shepherd, che ha catturato un’anomalia luminosa della supernova. "Ogni struttura dotata di telescopio - prosegue Jacobson Galan – ha poi puntato l'obiettivo sull'oggetto e insieme abbiamo risolto il mistero”. L'operazione di follow-up, avvenuta in tutto il mondo, si è attivata così rapidamente che la supernova è stata osservata solo dieci ore dopo l’esplosione.

 

La produzione di calcio

 

Il gruppo di ricerca ha scoperto come Sn2019ehk abbia prodotto il maggior quantitativo di calcio mai osservato in un’esplosione stellare. Durante le fasi finali della sua vita, la supernova versa infatti uno strato esterno di gas e quando esplode – si legge nello studio - la materia si scontra con il materiale sciolto nel guscio esterno. L'esplosione provoca un forte innalzamento delle temperature e della pressione, che spingono la fusione nucleare a produrre calcio. Questi fenomeni sono responsabili di circa il 50% delle molecole del minerale presenti nel nostro universo e quindi anche quelle che hanno concorso alla formazione delle di ossa e denti.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24