Donazioni a centro Ictus ospedale Città di Castello

Umbria
705cc05dac10637f44abda90426628e0

Da associazioni Alice e Kiwanis e da strutture sanitarie private

ascolta articolo

(ANSA) - CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 01 FEB - Le associazioni Alice e Kiwanis distretto Italia-San Marino e alcune strutture sanitarie private del territorio (Ortopedie sanitarie Pieffe e laboratorio Brugoni) hanno donato al Centro Ictus-Neurologia di Città di Castello carrozzine, seggioloni polifunzionali, ausili per la locomozione dotati di elementi aggiuntivi specifici miglioreranno la qualità dell'assistenza, la sicurezza dei pazienti durante la loro mobilizzazione e agevoleranno il trattamento riabilitativo, che inizia fin dalla fase acuta del ricovero, favorendo la ripresa funzionale del paziente.
    Erano presenti, fra gli altri, alla semplice cerimonia di donazione, che si è svolta in ospedale, il direttore del presidio ospedaliero Alto Tevere, Silvio Pasqui, il direttore della struttura complessa aziendale Neurologia-Centro ictus, Silvia Cenciarelli.
    Nel ringraziare tutti per le importanti donazioni ricevute, i dottori Pasqui e Cenciarelli - r4iferisce la Usl Umbria 1 - hanno sottolineato che "gli ausili donati contribuiranno a migliorare l'assistenza dei pazienti in quanto rispondono all'elevato grado di disabilità delle persone colpite da ictus cerebrale o da altre patologie neurologiche che afferiscono al reparto".
    Il Centro ictus, o Stroke Unit, dell'ospedale di Città di Castello è il reparto deputato al trattamento dell'ictus in fase acuta in grado di determinare la riduzione della mortalità e della disabilità. E' dotato di personale multidisciplinare composto da infermieri, operatori sociosanitari, fisioterapista, logopedista e nutrizionista, che garantisce la diagnosi, la cura precoce e la riabilitazione motoria e logopedia del paziente colpito da ictus assicurando l'informazione continua del malato e dei suoi familiari anche avvalendosi del supporto dell'associazione Alice. Ha sei posti letto di terapia sub-intensiva e ricovera pazienti con ictus ischemico ed emorragico di tutte le età e gravità. Recentemente la struttura ha ottenuto, per la prima volta, il titolo di Centro "Gold" nell'ambito dell'European Stroke Organization - Angels Award, il premio internazionale destinato ai gruppi che si impegnano a garantire l'eccellenza nel trattamento dell'ictus incentivando in tal modo un continuo monitoraggio della qualità. (ANSA).
   

Perugia: I più letti